Douglas Costa, fiato sospeso: la Champions League resta a rischio

Infortunio ai flessori della coscia sinistra per l’esterno brasiliano della Juve. Oggi gli esami: se non è una lesione muscolare può tentare di recuperare per Lione

Douglas Costa, fiato sospeso: la Champions League resta a rischio© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.

TORINO - Se gli esami a cui si sottoporrà oggi Douglas Costa non dovessero evidenziare alcuna lesione muscolare al flessore della coscia destra, allora il brasiliano avrebbe qualche possibilità di esserci contro il Lione in Champions, anche se alla gara d’andata mancano appena 16 giorni, mentre per il ritorno all’Allianz manca più di un mese (17 marzo). Altrimenti si preannuncerebebbe di nuovo un lungo stop per il giocatore che - CR7 a parte - più piace a Maurizio Sarri. Al momento è impossibile sbilanciarsi: occorre aspettare gli esiti della risonanza magnetica, che verrà effettuata al J Medical, per capire l’entità dell’infortunio e, di conseguenza, i tempi di recupero.

Cristiano Ronaldo, che gioiello! Ma il Verona batte la Juve in rimonta
Guarda la gallery
Cristiano Ronaldo, che gioiello! Ma il Verona batte la Juve in rimonta

Escluso l’affaticamento, in casa Juventus regna un cauto ottimismo, ma trattandosi di Douglas Costa è sempre meglio mettere le mani avanti perché l’esterno d’attacco è già al terzo stop stagionale (al nono nelle tre stagioni di Juventus in cui ha saltato 39 partite) e ha dimostrato negli anni una fragilità muscolare pari alla velocità dei suoi dribbling.

Sarri: "Preoccupato per come abbiamo subito il pari"
Guarda il video
Sarri: "Preoccupato per come abbiamo subito il pari"

 

Douglas Costa ko nella sfida contro il Verona

Douglas Costa si è infortunato sabato sera a Verona: si è accasciato a terra toccandosi la coscia sinistra ed è stato sostituito quasi alla mezz’ora della ripresa. Ieri si è presentato alla Continassa per essere visitato e per iniziare le cure, ma soltanto stamattina si capirà meglio qual è il problema ai flessori. In precedenza si era fermato alla terza giornata, nella trasferta a Firenze, a causa di una lesione lesione muscolare alla coscia destra, rimanendo fuori un mese e mezzo, e poi il 23 novembre, nella trasferta a Bergamo, sempre per una lesione alla coscia destra, però di lieve entità rispetto a quella di settembre che era di livello medio, ed era rientrato a metà dicembre, con un inserimento però graduale (10 minuti contro l’Udinese, un quarto d’ora a Genova contro la Sampdoria e un’altro quarto d’ora in Supercoppa, contro la Lazio, nell’ultima partita del 2019), proprio per evitare ricadute.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna di Tuttosport

Sarri: "Serve ritrovare certe caratteristiche"
Guarda il video
Sarri: "Serve ritrovare certe caratteristiche"

Juve, i migliori video

Commenti