Tuttosport.com

Con il Milan via al ciclo decisivo per la Juve e per Sarri

0

Nove partite in un mese, decisive su ogni fronte: la semifinale di Coppa Italia coi rossoneri, gli ottavi di Champions con il Lione e il match scudetto con l’Inter

Con il Milan via al ciclo decisivo per la Juve e per Sarri
di Sandro Bocchio mercoledì 12 febbraio 2020

TORINO - Nove partite, poco più di un mese per decidere il futuro: non quello immediato, ma quello che verrà. Perché, come evidenziato a pagina 2, la Juventus non è società abituata a disfarsi in corsa degli allenatori. Unica eccezione recente, Ciro Ferrara mandato a casa nel gennaio 2010. Per il resto sono sempre rimasti in sella dalla prima all’ultima giornata della stagione, compreso Gigi Maifredi che chiuse l’annata 1990-91 con uno dei fallimenti più clamorosi che la storia bianconera ricordi. Per questo appare eccessivo e frettoloso mettere oggi in discussione Maurizio Sarri e farlo con una squadra in testa alla classifica, approdata agli ottavi di Champions League e in semifinale di Coppa Italia. Certo, il trapianto di gioco e il cambiamento di mentalità (dal risultatismo di Massimiliano Allegri al giochismo sarriano) non si sono ancora visti. Ma, in linea con un’altra tradizione juventina, alla fine ciò che conta è la vittoria. E su questo si misurerà il lavoro del tecnico, non per la stagione in corso ma per quelle che verranno, in virtù di un contratto che avrà scadenza nel 2022.

juve Sarri

Caricamento...

La Prima Pagina