Youth League, una Juve ancora in gioco: sfida al Real

I ragazzi di Zauli domenica impegnati negli ottavi di finale: sfida secca, ecco tutto quello che c'è da sapere

© Juventus FC via Getty Images

Ne ha convocati 24 Lamberto Zauli per la grande sfida di domenica sera, ore 18 a Nyon, contro il Real Madrid. C'è una Juve che gioca ancora, una Juve ancora in campo che sfida i pari età madridisti per il passaggio ai quarti di finale di Youth League.

Juve-Real: da Fagioli a Petrelli, la lista dei convocati

Ecco i ragazzi a disposizone: Barrenechea, Bonetti, Chibozo, De Winter, Dragusin, Fagioli, Garofani, Gozzi, Lamanna, Leo, Leone, Miretti, Mulazzi, Ntenda, Petrelli, Pisapia, Portanova, Raina, Ranocchia, Riccio, Sekulov, Siano, Tongya, Vlasenko. Fuori dalla lista capitan Anzolin, infortunato, come anche Verduci. Out anche Ahamada e Da Graca.

Juve, Pirlo prova i giovani per la prima squadra
Guarda la gallery
Juve, Pirlo prova i giovani per la prima squadra

Juve-Real Youth League: la sfida è a Raul!

L'Under 19 bianconera ha conquistato gli ottavi di finale chiudendo il suo girone al primo posto davanti ad Altetico Madrid, Lokomotiv Mosca e Bayer Leverkusen. Stessa cosa ha fatto anche il Real Madrid davanti a Bruges, PSG e Galatasaray. Il Real nella prima fase della competizione è stato guidato da Daniel Poyatos Algaba, ora passato al Panathinaikos: nelle gare del girone, ha sempre schierato la sua squadra con il 4-3-3, cambiando abito tattico soltanto nel 6-3 ai danni del PSG, dove ha optato per un 4-1-4-1. Nella fase a gironi sono andati a segno ben 12 giocatori differenti, con quattro ad aver esultato due volte: Pablo Rodriguez, Jordi Martin, Juanmi Latasa e Pedro Ruiz. Quest'ultimo vanta anche quattro gol con il Castilla, dove il capocannoniere della squadra è un altro giocatore sempre impiegato in Youth League nelle prime sei gare: il classe 2000 Miguel Baeza (ceduto nelle ultime ore al Celta Vigo), che nella Segunda Division B ha messo a segno 9 reti. Sulla panchina del Real, come detto, non ci sarà Poyatos ma l'allenatore del Castilla, Raul Gonzalez Blanco. L'ex attaccante, leggenda dei blancos, non ha bisogno di presentazioni.

Commenti