Juve, Ronaldo sta bene ed è pronto per giocare

Il ct Santos gli risparmierà l'amichevole con l'Andorra, ma conta su di lui con Francia e Croazia

Cristiano Ronaldo (Portogallo)© EPA

Assistere, inerme, al gol del pareggio di Felipe Caicedo a tempo praticamente scaduto gli ha fatto male. Molto male. Ben di più della botta rimediata nello scontro fortuito con Luis Alberto. A 14’ dal fischio finale Cristiano Ronaldo ha dovuto dire no. Una condizione che gli ha imposto il proprio corpo: non era il caso, infatti, di rimanere in campo a dispetto delle proprie sensazioni. La paura, tuttavia, è durata poco: ieri il fenomeno ha avuto modo di riposare, raggiungendo regolarmente il ritiro del Portogallo. Sta bene ed è questo l'aspetto davvero importante, che permette ad Andrea Pirlo di tirare un bel sospiro di sollievo.

Cristiano Ronaldo va ko in Lazio-Juve: problema alla caviglia
Guarda la gallery
Cristiano Ronaldo va ko in Lazio-Juve: problema alla caviglia

Quando scenderà in campo

Difficile che scenda in campo domani per l’amichevole contro Andorra, ma contro Francia e Croazia per i match di Nations League ci sarà. La Juventus, poi, avrà bisogno di lui come l’aria: per i bian- coneri è previsto un tour de force estremo fra campionato e Champions League. Cagliari, Ferencváros, Benevento, Dinamo Kiev, Torino, Barcellona, Genoa, Atalanta, Parma e Fiorentina: queste, in ordine cronologico, le fatiche a cui dovrà sottoporsi dal 21 novembre al 22 dicembre. E c’è da scommettere che Cristiano Ronaldo ne giocherà parecchie, se non tutte, soprattutto in campionato, competizione in cui la Vecchia Signora ha l’obbligo di recuperare terreno prima dell’inizio del 2021. E allora CR7, nel lunch match dell’Olimpico, ha preferito dare ascolto alla testa, prima ancora che al cuore e alla voglia di dare una mano ai compagni. Voleva chiudere i conti della sfida contro la Lazio, ma la disattenzione collettiva del quarto minuto di recupero l’ha guardata dalla panchina. Ubriacato anche lui dal- la super giocata di Correa e poi stordito dalla girata di Caicedo. La rabbia in corpo era tanta, a fine gara. Ben di più del dolore alla caviglia. Nell’attimo in cui ha lasciato il posto a Paulo Dybala ha riferito a Pirlo la modalità dell’infortunio: «Cadendo dopo il contrasto mi si è girata la caviglia», la frase catturata a bordocampo. Ma già da subito lo staff medico ha potuto constatare la lieve entità del trauma: la caviglia destra non ha destato preoccupazione nemmeno al momento dell’uscita dal campo, sebbene la botta subita fosse forte.

Leggi l'articolo completo su Tuttosport in edicola

Cassano "dimentica" CR7: "Messi il più forte"
Guarda il video
Cassano "dimentica" CR7: "Messi il più forte"

Juve, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti