Juve, Rabiot salterà l'Udinese: il caso squalifica

In mancanza di una risposta scritta che garantiva la corretta interpretazione del regolamento, il club ha preferito non rischiare eventuali ricorsi sull’utilizzo di un giocatore squalificato

Rabiot© Marco Canoniero

Adrien Rabiot salterà anche la gara contro l’Udinese. Questo perché il regolamento prevede che lo squalificato salti la prima partita utile dopo la sentenza e la sentenza che lo poneva di nuovo fra gli squalificati (quella del Collegio del Coni che ha disposto la disputa di Juve-Napoli facendo rivivere la squalifica di Rabiot). Ma qual è la prima partita utile? Visto che la sentenza era di ieri intorno alle 17.30 e la Juventus ha giocato tre ore dopo con la Fiorentina. Secondo il Codice di Giustizia sportiva, la sentenza è attiva dalla mezzanotte, quindi Rabiot deve saltare l’Udinese il 3. Ma perché la Juventus lo ha tenuto fuori? Perché in mancanza di una risposta scritta che garantiva la corretta interpretazione del regolamento, il club ha preferito non rischiare eventuali ricorsi sull’utilizzo di un giocatore squalificato.

Debacle Juve con espulsione e autogol: la Fiorentina vince allo Stadium
Guarda la gallery
Debacle Juve con espulsione e autogol: la Fiorentina vince allo Stadium

Juve, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti