Platini apprezza l’omaggio di Dybala ma ha altri guai

Michel ha visto e gradito, felice che in molti ricordino ancora di quella partita e quel trionfo. Ora però dovrà affrontare un processo per il caso Fifa
Platini apprezza l’omaggio di Dybala ma ha altri guai

L’otto dicembre del 1985, l’ultimo pensiero di Michel Platini era di coniare un gesto iconico e che lo avrebbe fissato nella memoria di tutti. Sdraiandosi sul terreno di gioco del National Stadium di Tokyo, l’intento del numero dieci della Juventus era protestare ironicamente contro l’arbitro tedesco Volker Roth che aveva appena annullato quello che lo stesso Platini ha sempre definito il gol più bello della sua carriera. Era la finale di Coppa Intercontinentale e in mondovisione Platini finse di crollare a terra per la disperazione, per poi appoggiare mollemente la testa sul braccio, guardando il direttore di gara. Non una parola, non un insulto, non un briciolo di maleducazione, ma Roth venne sommerso da tutta l’ironia del francese in posizione tricliniare. In quella fotografia (del grande Salvatore Giglio, il cui obiettivo fu l’unico in grado di immortalare il momento) c’era tutto Michel dalla classe per il gol annullato all’ironia così tagliente da segarti in due con uno sguardo, così è diventata “la” fotografia di Michel.

Dybala supera Platini ed esulta come Le Roi
Guarda la gallery
Dybala supera Platini ed esulta come Le Roi

Platini ha visto le fotografie dell'esultanza di Dybala e ha sorriso

Paulo Dybala è nato quando Platini aveva smesso di giocare da sei anni, ma la Joya è un tipo studioso e da quando veste la maglia della Juventus ha spulciato la storia e si è imbattuto nel fenomenale predecessore con la maglia numero dieci. Youtube ha fatto il resto e Platini ha acquisito un ammiratore postumo, ma affezionatissimo. Così, quando Dybala ha segnato il primo gol contro lo Zenit ha deciso di omaggiarlo, anche perché si trattava della rete che l’ha fatto scavalcare Platini nella classifica dei bomber all time della Juventus (erano a parimerito a 104 prima della partita, con la doppietta di martedì Paulo è a 106).

E Platini? Martedì non stava guardando la partita, anche perché era proprio il giorno in cui ha ricevuto la notizia che dovrà affrontare un processo presso la giustizia svizzera per l’annosa vicenda dei compensi ricevuti dalla Fifa nel periodo dal 1998 al 2015 e dal 2007 al 2015, un totale di 2,15 milioni di dollari, ricevuti come pagamento di una consulenza e finiti nel mirino della magistratura che li valuta come un pagamento ingiustificato. Una vicenda che sembrava chiusa con una prima assoluzione, qualche mese fa, ma che questa volta costringerà Platini a comparire davanti al tribunale di Bellinzona, proprio al fianco di Sepp Blatter, con il quale non ha rapporti da parecchi anni. Insomma, non sono giorni facili per l’ex campione della Juventus che, tuttavia, ha visto le fotografie del particolare omaggio di Dybala e ha sorriso, felice che in molti ricordino ancora di quella partita e quel trionfo. Il fatto che sia proprio Dybala, poi, ha ulteriormente inorgoglito Platini, vista la stima che il francese prova per l’argentino. Ma è roba da dieci, che non tutti possono capire.

Juve, festa sui social per la qualificazione agli ottavi di Champions
Guarda la gallery
Juve, festa sui social per la qualificazione agli ottavi di Champions

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...