Milan-Juve, le ultime dal campo: Morata a caccia di gol

In attacco c’è lo spagnolo. In difesa De Sciglio a destra e Alex Sandro a sinistra
Morata (Dybala)© Marco Canoniero

TORINO - Alla fine la Juventus dovrebbe presentarsi questa sera a Milano con il 4-4-2: è quanto emerso nelle ultime prove alla Continassa. Un sistema di gioco che prevede come laterali Cuadrado a destra e McKennie a sinistra, con Bernardeschi che andrebbe a sedersi inizialmente in panchina. Una posizione più avanzata per il colombiano per sfruttarne le ritrovate caratteristiche di corsa e di proposizione sulla fascia destra, come visto contro l’Udinese in campionato e contro la Sampdoria in Coppa Italia, quando aveva realizzato le rete del vantaggio bianconero. E per far alzare Cuadrado, Allegri pensa a De Sciglio titolare fin dal primo minuto sulla corsia destra, mentre nelle ultime ore Alex Sandro sembra aver vinto la concorrenza di Pellegrini sulla fascia opposta. Una scelta del brasiliano come titolare vorrebbe dire, per il tecnico, privilegiare l’esperienza in un big-match come quello contro il Milan.

Juve, verso il Milan tra concentrazione e sorrisi: Bernardeschi in gruppo
Guarda la gallery
Juve, verso il Milan tra concentrazione e sorrisi: Bernardeschi in gruppo

Allegri senza Bonucci e Chiesa

Allegri va al Meazza senza gli infortunati Bonucci e Chiesa: il primo è ancora messo fuori causa da un problema muscolare, mentre il secondo oggi verrà operato a Innsbruck per ricostruire il legamento crociato anteriore sinistro laceratosi contro la Roma (l’operazione era slittata a causa di uno stato febbrile dell’attaccante). Non ci sarà Ramsey, che si è negativizzato dal Covid e che è sempre in attesa di un acquirente. Del gruppo fa parte anche Aké, che si è meritato la fiducia dello staff dopo la bella prestazione nei minuti finali contro la Sampdoria. Per quanto riguarda i centrali, dunque, il tecnico bianconero ritroverà dall’inizio capitan Chiellini al posto di Rugani e al fianco di De Ligt, mentre il centrocampo sarà completato in mezzo dalla coppia Locatelli-Rabiot, che dà più garanzie sul piano fisico. In attacco la Juventus si affida al duo composto da Dybala e Morata, un assetto che potrebbe cambiare se Allegri optasse all’ultimo per un 4-2-3-1. In questo caso Morata sarebbe la punta unica, con Dybala arretrato alle sue spalle affiancato ai lati da Cuadrado e da McKennie.

Allegri: "Mercato? La rosa rimane questa"
Guarda il video
Allegri: "Mercato? La rosa rimane questa"

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...