Juve: fede Di Maria, De Ligt per una montagna di soldi, Zaniolo con Arthur o in prestito

Dalla redazione di Tuttosport il punto sulle trattative di mercato dai bianconeri con Filippo Cornacchia
Juve: fede Di Maria, De Ligt per una montagna di soldi, Zaniolo con Arthur o in prestito

TORINO - Con Filippo Cornacchia per le ultimissime sul mercato della Juventus. Come interpretiamo il video di Angel Di Maria? «Sorride davanti alla maglia bianconera, è un primo passo. Invece quella della Roma non gli interessa… Si aspetta la chiamata che gli può cambiare prospettive in questo ultimo anno». Da un argentino a un italiano: Nicolò Zaniolo. «Come vi abbiamo raccontato, giovedì c’è stato un summit tra il ds Juve Cherubini e quello Roma Pinto, lontano dai clamori dei soliti ambienti del calciomercato. Da lì è iniziata la trattativa: con contropartite tecniche (Arthur) e senza. Ovvero un prestito oneroso (da 10-15 milioni) e un successivo riscatto obbligatorio. Ma questi dettagli ancora non sono stati decisi, ma da qui si parte».

CENTO MILIONI E chiudiamo con Matt De Ligt e la corte del Chelsea. «Vengono in mente le parole dette dal ritiro della Nazionale olandese («Non mi bastano due quarti posti»): era un campanello d’allarme. Il Chelsea fa sul serio, ha disponibilità a investire soldi e contropartite tecniche (Werner e Pulisic). La Juve in un primo momento sembrava orientata a metterci dentro dei giocatori, il tedesco soprattutto. Ora sembra stia virando solo sul contante: la linea è “se proprio dobbiamo dare via l’olandese lo faremo solo per un’offerta irrinunciabile”. Quanto possa essere non lo sappiamo, ma possiamo ipotizzare non meno di 80-100 milioni». D’altronde, la clausola è da 120…

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...