Juve, con Miretti ko spazio a Locatelli. Allegri si affida a muscoli e corsa

Gli esami svolti con l’Under 21 hanno escluso fratture ma il talento non ce la farà per il Bologna. Riecco Rabiot
Juve, con Miretti ko spazio a Locatelli. Allegri si affida a muscoli e corsa© www.imagephotoagency.it

TORINO - Più forti di tutto. C’è poco da fare, non c’è spazio per recriminazioni o alibi. Se vuoi vincere e stare davanti agli altri c’è solo una via su cui camminare e che ha due mancorrenti: il lavoro e il carattere. E così, come sempre ha fatto in passato, la Juventus non deve crogiolarsi in errori arbitrali o ancora peggio del Var piuttosto che negli infortuni che pare abbiano preso l’abbonamento con direzione Continassa. Occorre sentirsi più forti di tutto e andare avanti con l’obiettivo unico e preciso di vincere. Deve essere questo l’atteggiamento della Juventus all’ennesima tegola caduta sulla propria testa. Stavolta è arrivata di rimbalzo, dal campo d’allenamento sul quale si stava allenando l’Under 21 del ct Paolo Nicolato. Un contrasto ed ecco che Fabio Miretti cade a terra dolorante con la caviglia destra che fa male, comincia a gonfiarsi e fare un po’ paura. Per fortuna gli esami strumentali svolti in ambito azzurro hanno escluso fratture per cui se non sorgeranno complicazioni si tratterà di una distorsione all’articolazione che potrebbe rientrare nel giro di alcuni giorni. Il ragazzo verosimilmente verrà visitato domani al rientro del gruppo alla Continassa e del resto verificare prima il danno non sarebbe utile per via del gonfiore che nelle prime 48 ore rende tutto piuttosto sfuocato. Sostanzialmente inverosimile però pensare che possa rientrare già a disposizione per il match di domenica sera all’Allianz Stadium quando la squadra di Massimiliano Allegri affronterà il Bologna per cercare di riprendere una marcia in campionato bruscamente interrotta tra pareggio interno con la Salernitana e sconfitta in casa del Monza.

 

Juve, le dodici partite in 43 giorni fino alla sosta per il Mondiale
Guarda la gallery
Juve, le dodici partite in 43 giorni fino alla sosta per il Mondiale


Dunque per l’ennesima volta il tecnico livornese si troverà costretto a ridisegnare la mediana anche se ora con Leandro Paredes nelle vesti di direttore d’orchestra una fisionomia di fondo esiste ed è un’ottima base di partenza. Sembra incredibile ma nel giro di un mese si sono ribaltati i ruoli per cui, per esempio, sarà Miretti suo malgrado a lasciar spazio a Locatelli pronto a rientrare mentre a inizio stagione la situazione era completamente al rovescio. Con il probabile rientro di Locatelli e forse dello stesso Rabiot, ecco che il gioco della Juventus dovrebbe acquisire maggior muscolarità e si spera anche intensità in modo da rifornire in maniera più veloce ma soprattutto continua il reparto d’attacco. Del resto uno dei dati statistici più carenti della squadra torinese è proprio il numero dei tiri che riesce a effettuare nel corso di una partita. Troppo pochi, serve un altro ritmo, un’altra pressione in campo per sperare di invertire una tendenza che in campo non fa altro che far crescere la fiducia nell’avversario che sentendosi quasi mai in pericolo alza minuto dopo minuto il proprio baricentro e quindi comincia a “mangiare” campo per poi presentarsi in maniera sempre più costante dalle parti di Perin, che non a caso è uno dei portieri che in campionato ha effettuato più parate rispetto al tempo in cui è stato impiegato.

Certo è che un Miretti in meno regalerà meno imprevedibilità alla manovra, ma in questo senso Allegri potrebbe decidere a gara in corso di puntare sulla verve di Fagioli, altro elemento delle giovanili confermato in prima squadra e che ha nel proprio Dna giocate in grado di creare la superiorità numerica indispensabile per mettere in crisi il sistema difensivo avversario. Tutte riflessioni pertinenti anche se come spesso amano ripetere gli allenatori quando li si interroga sul sistema di gioco che intenderanno utilizzare “la differenza la fa l’atteggiamento”.

Juventus, la riscossa di Bonucci e Bremer. E De Ligt fa panchina...
Guarda il video
Juventus, la riscossa di Bonucci e Bremer. E De Ligt fa panchina...

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...