Juventus, il gip di Torino: “Possibile buona fede sul caso plusvalenze”

Sulla delicata situazione del club bianconero è intervenuto il giudice per le indagini preliminari, Ludovico Morello: ecco le sue parole
Juventus, il gip di Torino: “Possibile buona fede sul caso plusvalenze”

TORINO - La delicata situazione in casa Juventus sulla questione delle plusvalenze è stata commentata da Ludovico Morello, il gip del Tribunale di Torino che lo scorso 12 ottobre ha respinto le richieste di misure interdittive per Andrea Agnelli e gli altri indagati nell'inchiesta sui conti della società bianconera. Alla luce degli atti disponibili in quel momento, il giudice ha scritto che se la Juventus si è davvero attenuta alla prassi standard "risulterebbe difficile ipotizzare un discostamento consapevole, e quindi in definitiva doloso, dai corretti criteri di contabilizzazione delle poste". Per Morello è comunque opportuno "un accurato approfondimento", perchè la società potrebbe essere in buona fede.

Gli ultimi giorni della Juventus: le tappe della vicenda spiegate passo dopo passo
Guarda la gallery
Gli ultimi giorni della Juventus: le tappe della vicenda spiegate passo dopo passo

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...