Allegri, tocca a Bremer in attesa del regalo di Natale. E non è il solo…

Il difensore brasiliano è imminente al rinnovo di contratto, ma la dirigenza della Juve monitora tutta la difesa

In attesa di infiocchettare sotto l’albero di Natale un centrocampista per Allegri, l’ormai rodato tandem dell’area tecnica composto da Cristiano Giuntoli e Giovanni Manna continua a lavorare a un altro tipo di lista. Non quella dei desideri, così tanto in voga in questo periodo dell’anno tra grandi e piccini, bensì quella dei rinnovi della Juventus.

Rinnovi: tocca a Bremer

Sistemate le pratiche Gatti, Locatelli e anche Fagioli, infatti, i dirigenti bianconeri guardano ora ai prossimi passi da compiere. Chiesa e Vlahovic rappresentano nodi da sciogliere nei prossimi mesi, mentre è decisamente più imminente la firma di Bremer. Il centrale brasiliano è saltato da una sponda all’altra di Torino poco più di un anno fa, sottoscrivendo un accordo fino al 2027, ma per lui è già tempo di nuovo autografo. Entourage e società, infatti, hanno già un’intesa di massima per il prolungamento di un’ulteriore stagione a cifre in linea con i circa 5 milioni netti attuali, che ne fanno anche a livello retributivo uno dei punti di riferimento della rosa. Così da spalmare l’ammortamento relativo al cospicuo investimento operato dal club nel 2022 (i 41 milioni versati nelle casse del Torino, sommando i bonus, possono arrivare fino a 49) e così, al contempo, da consolidare un matrimonio tra le parti che il campo negli ultimi mesi sta ulteriormente rinsaldando. In agenda nuovi aggiornamenti per gli ultimi dettagli da limare, quindi sarà tempo di mettere tutto nero su bianco intorno a Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Contratti in scadenza: c'è anche Rugani

Ma c’è un altro fronte che, entrati nel mese di dicembre, Giuntoli e Manna stanno monitorando con particolare attenzione. E riguarda gli elementi della rosa il cui contratto scadrà al termine di questa annata. Non soltanto Rabiot, dunque. In lista c’è anche Alex Sandro, che – dopo il rinnovo automatico per un anno dell’estate scorsa – lascerà con ogni probabilità Torino a margine della sua nona stagione in bianconero. E c’è allo stesso modo Rugani, tra le note liete di questa incoraggiante prima porzione di campionato. I colloqui con l’agente Torchia, alla Continassa, sono iniziati da tempo e, salvo sorprese, porteranno a un prolungamento con vista sui prossimi due campionati.

Il 29enne toscano si sta dimostrando un prezioso veterano non soltanto per l’anzianità in spogliatoio, ma anche e soprattutto per l’apporto in campo in un periodo decisamente ricco di clean sheet. Da qui la volontà del club, avallata da un profondo estimatore del difensore come Allegri, di allungare la permanenza a Torino almeno fino al 2026, previo compromesso di accettare una rivisitazione al ribasso dell’accordo economico. Lavori in corso, ma dietro l’angolo si vede già il tragaurdo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In attesa di infiocchettare sotto l’albero di Natale un centrocampista per Allegri, l’ormai rodato tandem dell’area tecnica composto da Cristiano Giuntoli e Giovanni Manna continua a lavorare a un altro tipo di lista. Non quella dei desideri, così tanto in voga in questo periodo dell’anno tra grandi e piccini, bensì quella dei rinnovi della Juventus.

Rinnovi: tocca a Bremer

Sistemate le pratiche Gatti, Locatelli e anche Fagioli, infatti, i dirigenti bianconeri guardano ora ai prossimi passi da compiere. Chiesa e Vlahovic rappresentano nodi da sciogliere nei prossimi mesi, mentre è decisamente più imminente la firma di Bremer. Il centrale brasiliano è saltato da una sponda all’altra di Torino poco più di un anno fa, sottoscrivendo un accordo fino al 2027, ma per lui è già tempo di nuovo autografo. Entourage e società, infatti, hanno già un’intesa di massima per il prolungamento di un’ulteriore stagione a cifre in linea con i circa 5 milioni netti attuali, che ne fanno anche a livello retributivo uno dei punti di riferimento della rosa. Così da spalmare l’ammortamento relativo al cospicuo investimento operato dal club nel 2022 (i 41 milioni versati nelle casse del Torino, sommando i bonus, possono arrivare fino a 49) e così, al contempo, da consolidare un matrimonio tra le parti che il campo negli ultimi mesi sta ulteriormente rinsaldando. In agenda nuovi aggiornamenti per gli ultimi dettagli da limare, quindi sarà tempo di mettere tutto nero su bianco intorno a Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Allegri, tocca a Bremer in attesa del regalo di Natale. E non è il solo…
2
Contratti in scadenza: c'è anche Rugani