Agnelli, la Procura Figc chiede altri venti mesi di inibizione

E' atteso in giornata il dispositivo per l'ex presidente della Juve, che aveva scelto di non patteggiare ed è stato chiamato a giudizio
Agnelli, la Procura Figc chiede altri venti mesi di inibizione© Marco Canoniero

In mattinata si è tenuta l'udienza dell'ex presidente della Juventus, Andrea Agnelli, davanti al Tribunale federale nazionale per il caso legato alla manovra stipendi, ai rapporti con gli agenti e alle partnership sospette.

La procura federale chiede 20 mesi di inibizione, che si aggiungerebbero ai 2 anni già comminati per il processo plusvalenze.

Agnelli, dispositivo atteso in giornata

Il dispositivo del Tfn è atteso in giornata con Agnelli che è rimasto l'unico imputato dell'udienza di oggi sul caso stipendi, visti i patteggiamenti con multe dello scorso 30 maggio per gli altri dirigenti che erano stati deferiti. L'ex numero uno bianconero, scegliendo di non patteggiare e di non rinunciare a eventuali ricorsi sportivi, è stato oggi dunque chiamato a giudizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...