Tuttosport.com

Izzo, allarme Premier: Arsenal, Everton e United lo vogliono ma Cairo tiene duro
© Getty Images
0

Izzo, allarme Premier: Arsenal, Everton e United lo vogliono ma Cairo tiene duro

Missione a Londra dell’agente del difensore, rivelazione del Toro. Sondaggi di tre grandi club inglesi, disposti ad aprire una trattativa. Però il patron granata ha sempre detto di non voler cedere i migliori

di Marco Bonetto sabato 22 giugno 2019

TORINO - In passato c’era Belotti. Era lui a far risuonare gli allarmi di mercato più stentorei per i tifosi granata. Ma stavolta non sono i destini del Gallo a far notizia. A fare, diciamo così, paura. Perché, adesso, è Izzo a far scattare l’allarme. Allarme rosso: allarme Premier. Mettiamo insieme i fatti. Di possibili sondaggi anche di squadre inglesi per Izzo era già giunta voce nelle scorse settimane, attorno a un contatto (ma non concreto) degli spagnoli del Siviglia e al giro d’orizzonte di grandi squadre come l’Inter o il Napoli. Ma Cairo ha sempre detto no: «Voglio tenere tutti i migliori, rinforzare lo zoccolo duro e inserire nella squadra due o tre elementi di valore, così da compiere un altro salto di qualità». Iniziava a prefigurare qualcosa di simile già negli anni scorsi, parlando proprio di Belotti (e poi anche di Sirigu). E adesso uno zoccolo duro si è davvero formato. E di talenti superiori che fanno gola sul mercato non c’è solo il Gallo. O il portiere. Oppure Nkoulou. C’è anche Izzo: per forza, dopo una stagione così! In campionato, 37 presenze, 4 reti (record personale a 27 anni) e un assist-gol. E, globalmente, un insieme di prestazioni eccelse per qualità ed efficacia. Un rendimento straordinario. Un’esplosione che l’ha portato a raggiungere anche la Nazionale. E così non deve stupire che un difensore dai piedi buoni, roccioso, ancora abbastanza giovane ma già anche nel pieno della maturità, capace di impostare palla al piede come di annullare i bomber più forti, e pure di giocare in posizioni diverse sia in una difesa a 3 che a 4, insomma, non deve affatto stupire che su Izzo, adesso, si stiano allargando le mire anche di grandi club inglesi. Ovviamente molto ricchi. E quindi più potenti dei nostri. Come l’Arsenal. E il Manchester United. Ma anche l’Everton. E, presumibilmente, è proprio per conoscere meglio da vicino condizioni e prospettive che lo storico agente di Izzo, Paolo Palermo, è volato a Londra: una “due giorni” ricca di chiacchierate con intermediari di mercato, tra mercoledì e giovedì. La notizia è rimbalzata con forza sui media britannici.

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale

Torino

Commenti