Juric, maxiofferta dall'Inghilterra e il Toro pensa al successore: 3 candidati

Il tecnico granata sta valutando con grande attenzione la proposta.

TORINO - Passano le giornate e l’Europa si allontana, passano le giornate e si pensa anche al futuro. Ci pensano un po’ tutti: la società e ovviamente anche Ivan Juric. Del resto, il tecnico croato ha ufficialmente e solennemente dichiarato che senza Europa non resta. Cairo non ha escluso l’ipotesi di continuare insieme, anzi, ma ha dato mandato a Vagnati di cominciare a valutare le strade che potrebbero portare al suo sostituto. E su questo le voci si intrecciano e gli indizi cominciano a intravedersi. Intanto, in mezzo a tanti punti interrogativi, ecco una certezza. Una clamorosa indiscrezione che arriva dall’Inghilterra assicura che il West Bromwich, formazione della Championship, la Serie B inglese, che sta lottando per risalire di categoria attraverso i playoff, visto che è staccatissima dalle prime due posizioni che garantiscono la promozione diretta, ha offerto un super contratto (oltre 2 milioni netti più bonus) all’allenatore granata.

Dopo il Nottingham, il West Bromwich

I club inglesi, anche non della Premier League, ricevono una cascata di milioni dai diritti televisivi. Sono ricchi, si permettono ingaggi che in Italia pochissime società possono elargire. Del resto, il tecnico granata anche lo scorso anno era stato vicinissimo a un club inglese: il Nottingham, infatti, attualmente in Premier anche se nelle ultime posizioni, lo aveva cercato con una certa insistenza. Il calcio fisico che predilige l’allenatore del Toro attrae gli inglesi e l’allenatore ha sempre preso d’esempio come si gioca da quelle parti. E in più il WBA sta per cambiare proprietà: e il magnate statunitense che lo acquisterebbe sarebbe intenzionato a fare tabula rasa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Toro, i possibili sostituti di Juric

Juric, ovviamente, è tentato da una nuova esperienza e ci sta pensando insieme a tutto il suo staff. E il Torino, dal canto suo, sta pensando alla possibilità di ingaggiare un nuovo allenatore per ricominciare da capo, ovviamente con l’ossatura attuale visto che nell’organico ci sono parecchi giocatori che garantiscono competitività. Nel mirino di Vagnati soprattutto tre nomi: Gattuso, attualmente al Marsiglia, Vanoli del Venezia e Palladino del Monza. Tre profili che sono tenuti sotto stretta osservazione. Con Ringhio e con il tecnico del Venezia ci sono già stati degli ammiccamenti: timidi contatti che nelle prossime settimane potrebbero essere approfonditi per non restare spiazzati all’ultimo.

Juric, testa al Toro

Adesso, però, la testa di Juric è concentrata sul Toro. Dopo due pareggi insipidi, uno più brutto dell’altro, vuole comunque dare un significato alla stagione dei granata. Venerdì al Grande Torino la sfida con il Lecce, con la possibilità di ridurre lo svantaggio dalle squadre che stanno davanti (tante e con un buon margine) e che puntano a un posto in Europa. Questo, indipendentemente da quello che farà la prossima stagione. È vero che i rapporti con i dirigenti non sono mai stati idilliaci, è vero che le sue richieste di mercato non sempre sono state esaudite, ma è anche vero che il croato non ha ottenuto i risultati che tutti si aspettavano.

Toro, le stesse difficoltà

Anche perché la squadra continua a palesare le stesse incertezze che si porta dietro negli anni. Tanti alti e bassi, che si ripetono con troppa continuità. Ma (per concludere) questo è un altro discorso, che a suo tempo sarà valutato dai diretti interessati. La novità di questi giorni è che il tecnico è stato contattato dall’Inghilterra con una proposta economica importante, anche perché l’ingaggio che in questi tre anni gli ha elargito il presidente Cairo lo potrebbe ottenere soltanto da un club inglese, non certo da una società italiana che non sia tra le grandi del campionato. E in questo momento non c’è nessuna big che stia pensando a lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TORINO - Passano le giornate e l’Europa si allontana, passano le giornate e si pensa anche al futuro. Ci pensano un po’ tutti: la società e ovviamente anche Ivan Juric. Del resto, il tecnico croato ha ufficialmente e solennemente dichiarato che senza Europa non resta. Cairo non ha escluso l’ipotesi di continuare insieme, anzi, ma ha dato mandato a Vagnati di cominciare a valutare le strade che potrebbero portare al suo sostituto. E su questo le voci si intrecciano e gli indizi cominciano a intravedersi. Intanto, in mezzo a tanti punti interrogativi, ecco una certezza. Una clamorosa indiscrezione che arriva dall’Inghilterra assicura che il West Bromwich, formazione della Championship, la Serie B inglese, che sta lottando per risalire di categoria attraverso i playoff, visto che è staccatissima dalle prime due posizioni che garantiscono la promozione diretta, ha offerto un super contratto (oltre 2 milioni netti più bonus) all’allenatore granata.

Dopo il Nottingham, il West Bromwich

I club inglesi, anche non della Premier League, ricevono una cascata di milioni dai diritti televisivi. Sono ricchi, si permettono ingaggi che in Italia pochissime società possono elargire. Del resto, il tecnico granata anche lo scorso anno era stato vicinissimo a un club inglese: il Nottingham, infatti, attualmente in Premier anche se nelle ultime posizioni, lo aveva cercato con una certa insistenza. Il calcio fisico che predilige l’allenatore del Toro attrae gli inglesi e l’allenatore ha sempre preso d’esempio come si gioca da quelle parti. E in più il WBA sta per cambiare proprietà: e il magnate statunitense che lo acquisterebbe sarebbe intenzionato a fare tabula rasa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Juric, maxiofferta dall'Inghilterra e il Toro pensa al successore: 3 candidati
2
Toro, i possibili sostituti di Juric