Facundo Gonzalez, Pirlo torna a parlare del difensore Juve: "Deve giocare"

Le dichiarazioni dell'allenatore blucerchiato in vista del match contro il Lecco

La Sampdoria ha bisogno di ritrovare il sorriso dopo la sconfitta contro il Brescia. C'era riuscita nelle settimane precedenti con tre vittorie di fila contro Palermo, Modena e Spezia. Ora contro il Lecco sarà un vero e proprio scontro diretto, anche se in Serie B il copione del campionato può cambiare in un attimo. Pirlo ne ha parlato in conferenza stampa.

Sampdoria-Lecco, le dichiarazioni di Pirlo

L'allenatore ha spiegato come ha reagito la squadra dopo la sconfitta contro il Brescia: “Penso che i ragazzi abbiano recepito il messaggio. Erano i primi ad essere delusi dopo la gara. Penso sia stata di lezione e non deve più ricapitare. Domani affrontiamo una squadra che sta bene, che è in salute, che ha cambiato trend da quando ha un nuovo allenatore. Sono molto aggressivi e giocano un buon calcio. Una partita da prendere con le pinze perchè se non avremo il giusto atteggiamento poi ci ritroveremo a piangere. Su Ricci: "Sta lavorando bene, dopo che ha recuperato dall’infortunio si è sempre allenato con continuità. In quella posizione Yepes in questo momento ci sta dando garanzie ma non deve mollare come sta facendo perchè sono contento di come sta interpretando il lavoro settimanale. Arriverà la sua occasione, può essere domani come la settimana prossima”.

Sui tanti infortuni, l'ultimo quello di Vieira: "Fanno parte del calcio. Succedono in tutte le squadre, non solo alla Sampdoria. Il calcio è veloce, è cambiato negli ultimi anni e quindi ci vuole il giusto adattamento e allenamento per poi andare a ripetere quanto fatto in partita. Capita che ci siano momenti dove ci sono giocatori indisponibili. In questo momento ne abbiamo qualcuno ma non dobbiamo star lì a pensare a questo. Ma, ripeto, è un problema del calcio in generale: sono tante partite, velocità alte”. Su Pedrola e Benedetti: "Nessuno dei due verrà convocato". Poi ha fatto chiarezza sull'attaccante in prestito dal Barca: "Meglio preservarlo perchè se lo riperdiamo adesso rischiamo di lasciarlo fuori ancora per tre mesi. Quando sarà pronto al 100% tornerà a giocare. Inutile rischiare altri infortuni". Poi su La Gumina: "Ha la febbre, vediamo se riusciamo a recuperarlo". L'allenatore ha parlato anche di Facundo Gonzalez in prestito dalla Juve: “Sta bene. Anche se non ha fatto un’ottima partita a Brescia, ha bisogno di continuità anche per potersi rifare dopo qualche errore nell'ultima sfida. Giocherà dall’inizio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...