Caso Alcione e Arena Civica di Milano: Serie C bloccata

Il club ha vinto i playoff di Serie D e ha rivendicato il diritto per la prima posizione nei ripescaggi in Lega Pro: è guerra tra il Tar e il prefetto di Milano per l'idoneità dello stadio
Caso Alcione e Arena Civica di Milano: Serie C bloccata

In Serie C è un'estate rovente e con un via vai di ricorsi. Oltre alle questioni relative al Foggia, che ha chiesto il ripescaggio in Serie B, al Siena e a tutte le retrocesse dal campionato cadetto, a far slittare il banco potrebbe essere anche il caso Alcione. Il club ha vinto i playoff di Serie D e ha rivendicato il diritto di occupare la prima posizione in graduatoria per i ripescaggi per la Lega Pro. Richiesta negata perché lo stadio, Arena Civica, è stato giudicato non idoneo dalla prefettura di Milano.

Dopo la mancata risposta della Commissione Provinciale di Vigilanza che ha palesato la posizione di non esprimere alcun parere a riguardo, il club ha tuonato con un comunicato stampa. Il campionato è ora bloccato e la società ha l'appoggio da parte del Tar della Lombardia.

Caso Alcione, la ricostruzione e il comunicato del club

Ma cosa è successo nello specifico? Come tutte le squadre retrocesse dalla Serie B, anche l'Alcione era chiamato entro il 18 luglio ad inviare la documentazione per la richiesta di ripescaggio in Lega Pro. Richiesta negata almeno per il momento per problemi relativi allo stadio Arena Civica Gianni Brera, dove la squadra dovrebbe giocare i match casalinghi in Serie C. A tal proposito il club ha messo una nota ufficiale: “La Società Alcione Milano, la più giovane squadra italiana vincitrice dei playoff di Serie D, comunica di detenere l’innegabile merito e diritto sportivo di occupare la prima posizione nella graduatoria dei ripescaggi in Lega Pro stilata dalla FIGC, con enorme distacco sulle altre pretendenti. Nella serata del 18 luglio, a poche ore dal termine per il deposito della domanda di ripescaggio in Lega Pro, con modalità irrituali, e secondo nostro giudizio con contenuti infondati e carenti di opportune verifiche documentali e strutturali, il CPV ha assunto la posizione di non poter “esprimere alcun parere al riguardo” dell’utilizzo dell’Arena Civica Gianni Brera per il Campionato Lega Pro 2023/24 e Coppa Italia di categoria”.

“Come conseguenza – si legge ancora nel comunicato della società – di questa presa di posizione, di fatto, con grave pregiudizio per la nostra Società, è stato messo a rischio il sacrosanto diritto di ripescaggio dell’Alcione Milano al Campionato di Lega Pro. A seguito di immediata reazione della nostra società, con opportuna istanza di misure cautelari monocratiche urgenti, il Presidente del TAR della Lombardia – Milano, con decreto del 19 luglio 2023, n. 666, ha accolto immediatamente la richiesta della Società Alcione Milano Società Sportiva a r.l. di sospensione degli effetti pregiudizievoli del parere, o meglio dire del non parere, reso solo in data 17 luglio 2023, dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo in ordine all’utilizzo dell’Arena Civica Gianni Brera per il Campionato Lega Pro 2023/2024 e Coppa Italia di Categoria. In considerazione del grave pregiudizio che ne deriverebbe, è stata inibita “l’esecuzione di provvedimenti che impediscano la partecipazione alla procedura” di ripescaggio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Alcione difende il proprio impianto: "L'Arena Civica è idonea"

L'Alcione ha poi difeso anche l'agibilità del proprio stadio: "Confermiamo, laddove ce ne fosse bisogno, che la gloriosa Arena Civica, orgoglio dello sport milanese e italiano, è perfettamente agibile, che il Comune di Milano ha la vigente licenza di agibilità dell’Arena Civica in mano e che con il Comune abbiamo sempre collaborato in piena armonia e rispetto delle regole. Confermiamo inoltre che l’impianto sportivo dell’Arena Civica è stato certificato dai tecnici inviati da FIGC e Lega Pro sabato 15 luglio scorso, come previsto dalle procedure, come adeguato e regolare secondo i criteri vigenti per la Lega Pro. L’Alcione Milano si attiene ai fatti e farà valere in ogni sede e in ogni grado i propri diritti sportivi e civili, onorando così la propria storia, i propri tesserati, la propria città di Milano, lo Sport e la mitica Arena Gianni Brera, grande simbolo sportivo e culturale della città Olimpica Milano". 

La storia dell'Arena Civica

L'Arena Civica Gianni Brera, intitolata a uno dei più grandi giornalisti sportivi, è l'impianto sportivo più antico di Milano. È stato inaugurato nel 1807 come Anfiteatro, per poi diventare nel 1870 Arena Civica a seguito dell’acquisizione da parte del Comune. Nel 1910 ha aperto le porte alla prima partita della Nazionale italiana contro la Francia e ha ospitato anche gare del Milan e dell'Inter. Uno stadio certificato dalla Federazione e considerato un fiore all’occhiello del Coni e anche dal sindaco Beppe Sala. Non è dello stesso avviso il prefetto di Milano, che non lo ritiene idoneo alla Serie C. A tal proposito è intervenuto il Tar che ha dato vita ad una vera e propria battaglia. Ed ora è tutto bloccato per sancire i ripescaggi e il quadro del campionato non è ancora completo. Se venisse escluso l’Alcione a beneficiarne potrebbero essere la Casertana o il Fano. In attesa di novità, la società ha fatto valere la sua posizione, sperando possa realizzare il sogno che ha conquistato sul campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In Serie C è un'estate rovente e con un via vai di ricorsi. Oltre alle questioni relative al Foggia, che ha chiesto il ripescaggio in Serie B, al Siena e a tutte le retrocesse dal campionato cadetto, a far slittare il banco potrebbe essere anche il caso Alcione. Il club ha vinto i playoff di Serie D e ha rivendicato il diritto di occupare la prima posizione in graduatoria per i ripescaggi per la Lega Pro. Richiesta negata perché lo stadio, Arena Civica, è stato giudicato non idoneo dalla prefettura di Milano.

Dopo la mancata risposta della Commissione Provinciale di Vigilanza che ha palesato la posizione di non esprimere alcun parere a riguardo, il club ha tuonato con un comunicato stampa. Il campionato è ora bloccato e la società ha l'appoggio da parte del Tar della Lombardia.

Caso Alcione, la ricostruzione e il comunicato del club

Ma cosa è successo nello specifico? Come tutte le squadre retrocesse dalla Serie B, anche l'Alcione era chiamato entro il 18 luglio ad inviare la documentazione per la richiesta di ripescaggio in Lega Pro. Richiesta negata almeno per il momento per problemi relativi allo stadio Arena Civica Gianni Brera, dove la squadra dovrebbe giocare i match casalinghi in Serie C. A tal proposito il club ha messo una nota ufficiale: “La Società Alcione Milano, la più giovane squadra italiana vincitrice dei playoff di Serie D, comunica di detenere l’innegabile merito e diritto sportivo di occupare la prima posizione nella graduatoria dei ripescaggi in Lega Pro stilata dalla FIGC, con enorme distacco sulle altre pretendenti. Nella serata del 18 luglio, a poche ore dal termine per il deposito della domanda di ripescaggio in Lega Pro, con modalità irrituali, e secondo nostro giudizio con contenuti infondati e carenti di opportune verifiche documentali e strutturali, il CPV ha assunto la posizione di non poter “esprimere alcun parere al riguardo” dell’utilizzo dell’Arena Civica Gianni Brera per il Campionato Lega Pro 2023/24 e Coppa Italia di categoria”.

“Come conseguenza – si legge ancora nel comunicato della società – di questa presa di posizione, di fatto, con grave pregiudizio per la nostra Società, è stato messo a rischio il sacrosanto diritto di ripescaggio dell’Alcione Milano al Campionato di Lega Pro. A seguito di immediata reazione della nostra società, con opportuna istanza di misure cautelari monocratiche urgenti, il Presidente del TAR della Lombardia – Milano, con decreto del 19 luglio 2023, n. 666, ha accolto immediatamente la richiesta della Società Alcione Milano Società Sportiva a r.l. di sospensione degli effetti pregiudizievoli del parere, o meglio dire del non parere, reso solo in data 17 luglio 2023, dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo in ordine all’utilizzo dell’Arena Civica Gianni Brera per il Campionato Lega Pro 2023/2024 e Coppa Italia di Categoria. In considerazione del grave pregiudizio che ne deriverebbe, è stata inibita “l’esecuzione di provvedimenti che impediscano la partecipazione alla procedura” di ripescaggio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Caso Alcione e Arena Civica di Milano: Serie C bloccata
2
L'Alcione difende il proprio impianto: "L'Arena Civica è idonea"