F1 Ferrari, Alonso: «Dobbiamo migliorare già in Cina»

Il ferrarista, si aspetta di andare più veloce già a Shanghai e confida nel lavoro del nuovo team principal Mattiacci

SHANGHAI «Stefano è prima di tutto un grande uomo e un amico. Ha preso questa decisione per il bene della Ferrari e bisogna rispettarla. Ora dobbiamo reagire». Così Fernando Alonso, prima del Gp della Cina, commenta l'addio di Stefano Domenicali da team principal delle Rosse. A Shanghai al muretto ci sarà Marco Mattiacci, che esordirà nel nuovo ruolo già questo weekend. «Dobbiamo accettare la decisione di Stefano - aggiunge Alonso in conferenza stampa - probabilmente non era più dell'umore per continuare, non aveva più la voglia di prendersi tutto il peso sulle sue spalle. Ha preso una decisione responsabile, non è semplice quando sei alla guida di un team fare un passo indietro». Logicamente Alonso, non si aspetta miracoli dopo il cambio di gestione: «Dobbiamo concedere tempo a Mattiacci, vedere come si adatterà, non è che ora miglioreremo di un secondo in questa gara».

LA SVOLTA Secondo Alonso però, bisogna subito rimettersi in marcia: «Siamo qui per migliorare la situazione e diventare un po' più competitivi di quanto dimostrato nelle prime tre gare. Siamo qui per reagire. Dobbiamo essere onesti, la nostra situazione non è quella che volevamo. Ma credo ci sia parecchio margine per migliorare e dobbiamo rafforzare la monoposto in ogni area. È un percorso lungo ma anche il Mondiale lo è» aggiunge Alonso, che spera di essere competitivo nella seconda parte della stagione. «Sappiamo che nella prima parte della stagione non saremo competitivi come la Mercedes e altri team, ma dobbiamo tirare fuori il meglio da quello che abbiamo in mano e fare più punti possibili, cercando di diventare più competitivi nella seconda parte». A chi gli domanda se abbia già parlato con Mattiacci, Alonso risponde: «Non ho avuto ancora la possibilità ma ci sarà tempo per dargli il benvenuto. Ad ogni modo non avrò molto da dire, io guido solo la macchina e lui sarà abbastanza bravo da riconoscere i punti deboli e forti del team. Io e Kimi (Raikkonen, ndr) dobbiamo pensare a guidare, cercheremo di andare veloci e di aiutarlo».

CHANCE SPRECATE Poi Alonso esprime il suo giudizio sull'operato di Stefano Domenicali: «Io sono un suo ottimo amico e non è un segreto il fatto che abbiamo un rapporto molto stretto. Abbiamo parlato tutta la settimana e credo che continueremo a farlo, abbiamo lavorato a stretto contatto negli ultimi anni ma è importante separare il lavoro dall'amicizia», ammette Alonso. «Come team principal ha fatto buone scelte, anche se sono state sprecate alcune opportunità nel 2010 e nel 2012», dice ripensando ai due titoli sfumati. «Hanno sprecato una chance anche nel 2008 con Felipe (Massa, ndr), altrimenti ora avrebbero un titolo in tasca. I risultati nello sport sono importanti, la pressione nella Ferrari è notevole e lui ha preso questa decisione che rispettiamo. Cercheremo di andare avanti in una direzione comunque diversa per migliorare, sono comunque contento del tempo che abbiamo passato insieme».

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...