Tuttosport.com

F1, Todt: «Vettel si è scusato, non lo puniremo»
© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.

F1, Todt: «Vettel si è scusato, non lo puniremo»

Il Presidente della FIA "grazia" il tedesco dopo gli insulti via radio a Charlie Whiting nel Gp del Messicotwitta

mercoledì 2 novembre 2016

ROMA - Jean Todt "grazia" Sebastian Vettel, e decide in autonomia di non sanzionare il pilota tedesco per gli insulti via radio ai giudici di gara nel Gp del Messico. Ma condanna la condotta del ferrarista, e avverte che il ripetersi di simili comportamenti porterà gli eventuali autori davanti al tribunale disciplinare della Fia. È l'epilogo del tormentato fine settimana del gran premio messicano, con Vettel prima portato sul podio per una squalifica a Verstappen, poi retrocesso al quinto posto per un sorpasso a Ricciardo, e finito sotto accusa per un "vaffa" via radio a Charlie Whiting, direttore di corsa.

LETTERA Bene ha fatto Vettel a scusarsi immediatamente per il linguaggio utilizzato, a mezzo lettera. Una decisione che ha convinto Todt a soprassedere sull'accaduto: «In considerazione delle scuse immediate e di una lettera di scuse inviata autonomamente e con sincerità al presidente della federazione mondiale e allo stesso Whiting - annuncia una nota della Fia - il presidente Todt ha deciso in via eccezionale che non sia aperto un procedimento disciplinare» nei confronti di Vettel.

Tutto sulla F1

Tags: F1ferrarivetteltodt

Tutte le notizie di Ferrari

Approfondimenti

Commenti