Il Mugello in testa alla classifica dei circuiti più sostenibili al mondo

Lo dice uno studio di Enovation Consulting e italiana Right Hub

Il Mugello in testa alla classifica dei circuiti più sostenibili al mondo© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.

ROMA - C'è l'autodromo internazionale del Mugello in cima alla classifica dei circuiti più sostenibili al mondo, almeno secondo uno studio effettuato da Enovation Consulting e italiana Right Hub, che ha preso in considerazione 96 circuiti in tutto il globo, ma con solo 35 capaci di essere classificati come sostenibili, e ha decretato come vincitore la pista toscana, teatro ogni anno del Gran Premio di MotoGp e, l'anno scorso anche della Formula 1. Tutti i dati utili per la ricerca sono stati raccolti tra i mesi di agosto e dicembre 2020. 

Seguono Montmelò e Paul Ricard

Il Mugello si è meritato la prima posizione perché: "utilizza il 100% di energia rinnovabile e produce il 25% del suo fabbisogno energetico annuale utilizzando i pannelli solari. L’impianto dispone inoltre di un sistema di recupero dell'acqua piovana per il suo utilizzo nei servizi igienici e per l'irrigazione del verde. In più, ci sono anche un molte fontane a disposizione dei tifosi e del personale delle squadre, per ridurre al minimo la necessità di bottiglie di plastica". Al secondo posto c'è il circuito di Montmelò, seguito da quel circuito di Paul Ricard in Francia. La pista di Misano ha ricevuto due stelle su quattro, mentre quello di Monza ne ha una sola.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...