MotoGp, Razali: "Dovizioso torni a essere pilota e non l'ingegnere"

Poi sul futuro della scuderia e il presunto interesse di Yamaha "Buone opzioni sul tavolo, valutiamo"
MotoGp, Razali: "Dovizioso torni a essere pilota e non l'ingegnere"© Alessandro Giberti Ph

ROMA - La Yamaha RNF è alle prese con i risultati non soddisfacenti di Andrea Dovizioso. Il team satellite della casa di Iwata non sta facendo bene in MotoGp, un renedimento che ha sorpreso anche il boss di RNF, Razlan Razali: "Francamente non mi aspettavo che faticasse così tanto - ha detto in un'intervista a "GPOne" -. Credevamo che la sua esperienza gli avrebbe permesso di adattarsi alla M1. Deve fare un passo indietro. Basta analisi, guidi la moto cercando di ottenere il massimo al posto di concentrarsi su quello che non funziona. In questo è molto simile a Valentino Rossi".

Sul futuro

"Entrambi - si spiega Razali - si dimenticano di guidare la moto. Non vogliono solo essere dei piloti, ma anche degli ingegneri. La filosofia di puntare sui giovani è giusta: non hanno riferimenti, guidano e basta. È la differenza tra un rookie e un pilota di grande esperienza. Rossi e Dovizioso sono molto analitici". Il malese passa poi alle voci di mercato che delineano un presunto interesse di Aprilia circa l'acquisizione della scuderia di Razali. "La mossa della Suzuki ha sollevato un ulteriore polverone. Il contratto con Yamaha è valido fino al 2023, ma il tempo per valutare non ci manca. Le opzioni sul tavolo sono buone e attendiamo", ha detto concludendo l'ex team manager di Valentino Rossi.

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...