Marcelo, un Maggiolino Volkswagen tatuato sul braccio: è per il nonno

L'ex capitano del Real Madrid ha un legame molto speciale con l'iconica vettura tedesca, sulla quale il nonno Pedro lo accompagnava agli allenamenti
Marcelo, un Maggiolino Volkswagen tatuato sul braccio: è per il nonno

Colori scargianti, qualche multa di troppo, cifre stellari. Sono questi gli argomenti a cui di solito si legano auto e calciatori, che delle quattro ruote non possono davvero farne a meno. E c'è chi ha deciso pure di tatuarsele. Come Marcelo, l'ormai ex capitano del Real Madrid. Ma niente vetture di lusso. La protagonista della sua storia è un Maggiolino Volkswagen, auto del nonno e simbolo della sua adolescenza in Brasile. Il campione, reduce da una stagione incredibile con la sua ex squadra (con cui nel 2021/22 ha conquistato sia Liga che Champions), dal 2019 ha tatuato sul braccio destro l'iconica vettura. Ecco perché.

Col Maggiolino agli allenamenti

Proprio con il Maggiolino, modello diffusissimo in tutto il mondo, il nonno Pedro accompagnava il giovane campione agli allenamenti di calcio. Un’auto a cui il difensore è legatissimo, tanto da prendere la decisione di tatuarsela, come simbolo indelebile nella sua vita. E forse quel Maggiolino, a Marcelo, ha davvero cambiato l'esistenza. “Significa molto per me. Ho vissuto molte cose con lui”, aveva dichiarato il brasiliano in passato parlando del nonno Pedro e, inevitabilmente, anche della vettura. Vettura senza la quale, forse, non avrebbe mai raggiunto questi livelli. È stato il nonno Pedro a incoraggiare il nipote a non mollare il calcio e proprio al volante del Maggiolino lo accompagnava al centro degli allenamenti, a circa un’ora dalla loro casa.

Bale, collezione di auto da 580mila euro: pagata con appena 16 minuti di gioco

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...