Tuttosport.com

Volley: Coppa Italia, alla Final Four Trento e Perugia
0

Volley: Coppa Italia, alla Final Four Trento e Perugia

Giannelli e compagnano vincono la partita secca dei Quarti contro Verona. La formazione di De Giorgi elimina Padova. Domani sera Modena-Milano e Civitanova-Monza completeranno il quadro delle semifinaliste

mercoledì 23 gennaio 2019

ROMA- Sono Itas Trentino e Sir Safety Perugia le due prime semifinaliste di Coppa Italia. Nelle due partite giocate oggi la squadra di Lorenzetti batte netto la Calzedonia Verona e riscatta la brutta sconfitta in campionato contro la Lube di domenica scorsa. Stacca il pass anche la formazione di De Giorgi che ha superato la Kioene Padova al Pala Barton. Domani sera, a partire dalle 20.30 si giocheranno le altre due partite Azimut Modena-Revivre Milano e Cucine Lube Civitanova-Vero Volley Monza.

LE DUE SFIDE-

ITAS TRENTINO – CALZEDONIA VERONA-

L’inedito derby dell’Adige nei Quarti di Finale di Del Monte® Coppa Italia 2019 promuove alla Final Four di Bologna l’Itas Trentino. Dopo la battuta d’arresto di domenica sera con Civitanova, i Campioni del Mondo hanno ripreso immediatamente la propria corsa, staccando il pass per la Semifinale del massimo trofeo nazionale per la decima stagione consecutiva. Per farlo la squadra di Lorenzetti ha dovuto superare il suo glorioso passato, avendo ragione degli ex Grbic, Solé, Birarelli, De Pandis e Kaziyski (alla prima alla BLM Group Arena di Trento da avversario) già in tre set. I padroni di casa ci hanno messo la prima metà del parziale a sciogliere la tensione; recuperato un iniziale svantaggio di 2-5, piano piano l’Itas Trentino è tornata a giocare la pallavolo bella ed efficace che ha messo in mostra sovente nelle precedenti ventidue gare ed è diventata padrona del campo, trascinata da Russell e Lisinac. Verona è sparita dal campo nel finale di primo set e in tutto il secondo parziale e, anche quando ha provato a lottare punto a punto con gli iridati, a gioco lungo ha pagato l’assenza di alternative in attacco a Boyer (best scorer con 18 punti).
In attesa di conoscere l’avversario da affrontare nella seconda semifinale del 9 febbraio (una fra Civitanova e Monza, match in programma giovedì sera), Trento si gode la qualificazione e l’ennesimo risultato positivo casalingo (dodicesima vittoria stagionale).

I PROTAGONISTI-

Aaron Russell (Itas Trentino)- « Volevamo a tutti i costi qualificarci alla Final Four e ci siamo riusciti. Siamo felici, perché questo era il modo migliore per ripartire dopo la sconfitta di domenica con Civitanova. Siamoriusciti a sciogliere la tensione nella prima metà del parziale, poi tutto è stato più semplice ».

Matey Kaziyski (Calzedonia Verona)- « E’ stata una grande emozione tornare a Trento, seppur da avversario. Avrei preferito giocare meglio ma questa sera ci siamo trovati di fronte ad una grande squadra che di fatto non ci ha concesso spazio per giocare la nostra pallavolo. Complimenti all’Itas Trentino, stasera ci ha messo in grossissima difficoltà ma non lo scopriamo certamente stasera il valore di questa squadra ».

IL TABELLINO-

ITAS TRENTINO – CALZEDONIA VERONA 3-0 (25-20, 25-12, 25-21)

ITAS TRENTINO: Giannelli 7, Kovacevic 11, Lisinac 12, Vettori 12, Russell 17, Candellaro 4, De Angelis (L), Grebennikov (L). N.E. Van Garderen, Nelli, Cavuto, Codarin, Daldello. All. Lorenzetti.

CALZEDONIA VERONA: Spirito 1, Kaziyski 8, Solé 3, Boyer 18, Manavinezhad 7, Alletti 4, Giuliani (L), De Pandis (L), Pinelli 0, Birarelli 1, Magalini 1, Sharifi 0, Marretta 0. N.E. Jaeschke. All. Grbic.

ARBITRI: Zavater, Cerra. NOTE – durata set: 26′, 22′, 27′; tot: 75′.

Spettatori: 2.979

MVP: Russell (Itas Trentino)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA-

Stacca il pass per la Final Four di Bologna la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils di Lorenzo Bernardi piegano in quattro set la Kioene Padova di coach Baldovin nei Quarti di Finale della Del Monte® Coppa Italia e volano alla Unipol Arena dove, nel week end del 9 e 10 febbraio, si svolgerà l’atto conclusivo della manifestazione. Fanno festa a fine gara i tremila del PalaBarton dopo un match duro per Perugia messa alla prova per tutta la partita da un’ottima Padova, guidata dalla regia di capitan Travica e dagli attacchi di Louati e Torres (rispettivamente 15 e 14 palloni vincenti). I padroni di casa, avanti di due set, hanno subito nel terzo la rimonta ospite, ma non hanno calato in concentrazione e spirito battagliero tornando prepotentemente su nella quarta frazione con un turno di Lanza al servizio che ha spaccato il set e con un super Leon che ha consentito ai bianconeri di chiudere il match. È proprio il martello cubano, di passaporto polacco, l’indiscusso Mvp della partita. 24 palloni vincenti, 3 ace, 4 muri ed un clamoroso 68% in attacco. Doppia cifra anche per Atanasijevic (14) e Podrascanin (10 punti con il 67% sotto rete) con Perugia che si porta a casa la qualificazione soprattutto grazie ad un attacco letale (60% di squadra con il 49% di Padova) e ad un muro granitico (8 block contro i 2 avversari).

I PROTAGONISTI-

Filippo Lanza (Sir Safety Conad Perugia)- « Siamo stati molto bravi stasera. Era una partita secca, dove il risultato contava più di ogni altra cosa, ed abbiamo portato a casa una grande vittoria che ci porta alle Final Four di Coppa Italia, un obiettivo per noi come squadra, per la Società e per la città ».

Santiago Danani (Kioene Padova)- « Credo che abbiamo giocato una buona gara contro una Perugia che è una squadra fortissima e che in casa batte in maniera incredibile. Resta la nostra bella prestazione ed è stato comunque bello per noi e per la Società disputare la Coppa Italia. Adesso dobbiamo proseguire su questa strada in Campionato ». 

IL TABELLINO-

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA 3-1 (25-22, 25-19, 23-25, 25-19)

Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 1, Lanza 6, Podrascanin 10, Atanasijevic 14, Leon Venero 24, Ricci 8, Della Lunga 0, Colaci (L), Hoag 0, Galassi 1, Seif 1. N.E. Hoogendoorn, Piccinelli. All. Bernardi.

Kioene Padova: Travica 2, Louati 15, Polo 7, Torres 14, Cirovic 9, Volpato 4, Bassanello (L), Cottarelli 0, Danani La Fuente (L), Premovic 0. N.E. Barnes, Lazzaretto, Sperandio. All. Baldovin.

ARBITRI: Cappello, Zanussi.

NOTE – durata set: 25′, 26′, 26′, 24′; tot: 101′.

Spettatori: 2912

MVP: Leon (Sir Safety Perugia)

Commenti

La Prima Pagina