Superlega, vittorie per Monza, Milano e Perugia

Nelle tre partite giocate stasera (rinviata Trento-Padova) continua la striscia vincente della squadra di Eccheli che batte Modena. Il trasferta i successi della formazione di Piazza, a Cisterna, e di quella di Heynen, a Vibo Valentia

Superlega, vittorie per Monza, Milano e Perugia© Legavolley

ROMA- Nelle tre sfide andate in scena stasera in Superlega da registrare un successo interno e due colpi in trasferta. Vince in casa solo la Vero Volley Monza che allunga la serie positiva superando la Leo Shoes Modena. Si ferma invece la serie vincente della Tonno Callipo Vibo Valentia che cade in casa al cospetto della Sir Safety Perugia. Vittoria esterna dell’Allianz Milano, dopo due sconfitte consecutive, nel palazzetto di una Top Volley Cisterna sempre più in crisi ed ultima in classifica.

TUTTE LE SFIDE-

VERO VOLLEY MONZA – LEO SHOES MODENA-

Domenica spumeggiante per la Vero Volley Monza, che sul mondoflex di casa dell’Arena di Monza batte la Leo Shoes Modena per 3-1 e si regala tre punti pesantissimi. Il girone di ritorno della SuperLega Credem Banca dei monzesi si apre con un’altra prova da capogiro, arricchita da coralità di gioco e massima espressione della correlazione muro-difesa. Tra questi anche la battuta è l’arma in più della formazione di Massimo Eccheli, in grado di stoppare una generosa e mai doma squadra emiliana proprio grazie ai turni in battuta di tutto il suo sestetto. Dzavoronok e Lagumdzija approcciano benissimo il match, Modena subisce la loro continuità e cede subito il primo set. I gialli di Giani risalgono nel secondo parziale grazie al buon ingresso di Lavia e alle giocate di Vettori e Stankovic, ma i lombardi approcciano nuovamente con convinzione il terzo parziale, grazie anche alle fiammate centrali di Holt e Galassi, poi vinto con un discreto vantaggio, e fanno le prove da fuga nel prologo di quarto, chiudendo i conti nonostante una determinata reazione degli ospiti nel finale. E così anche il tabù Modena in Brianza è stato sfatato. I lombardi riescono a gioire contro la Leo Shoes per la prima volta sul loro campo, firmando il terzo successo consecutivo dopo quelli ottenuti contro Piacenza e Perugia. Sesta vittoria stagionale per i rossoblù, terza casalinga, ora attesi dal derby di venerdì pomeriggio a Milano contro l’Allianz. Per Modena arriva il quarto stop stagionale, il primo lontano dalle mura amiche dopo quattro vittorie di fila.

Eccheli sceglie Orduna in diagonale con Lagumdzija, Galassi e Holt al centro, Dzavoronok e Lanza schiacciatori, Federici libero. Giani risponde con Christenson in regia, Vettori opposto, Stankovic e Mazzone al centro, Petric e Karlitzek schiacciatori, Grebennikov libero. Equilibrio iniziale (2-2), poi muro di Lanza su Vettori, lampo centrale di Holt, ace di Dzavoronok e muro di Holt su Petric: 6-2 Vero Volley e time-out Giani. Giocata di Lanza, muro di Holt su Karlitzek e monzesi che volano sull’8-2. Monzesi che spingono forte in battuta anche con Holt: ace dell’americano intervallato proprio da un suo primo tempo e dall’errore di Petric e Giani ferma nuovamente il gioco sull’11-3 Monza. Si riprende a giocare: ace di Holt (12-4), poi errore dai nove metri dello statunitense ma pronta bordata di Lanza, 13-4. Due primi tempi di Galassi a valere l’allungo Vero Volley e Giani cambia Petric con Lavia (15-5 Monza). Invasione di Holt dopo il muro di Dzavoronok su Vettori, 16-7, con i lombardi bravi ad allungare di nuovo con il pallonetto di Dzavoronok ed il muro di Lagumdzija su Vettori, 18-7. Modena cerca di reagire con Karlitzek e Vettori (19-9), avvicinandosi con l’ace di Lavia e la palla out di Dzavoronok (21-13) ed Eccheli chiama time-out. Alla ripresa del gioco Lanza (ace) e Lagumdzija chiudono il gioco 25-14 per la Vero Volley.
Nel secondo set stessi sestetti che hanno chiuso il gioco precedente. Vero Volley ancora avanti nel prologo con un bel break guidato da Lagumdzija (5-3). Modena questa volta però reagisce bene con Vettori, mantenendosi a meno uno per due volte (6-5). Qualche errore da entrambe le parti, tra attacco e battuta, accompagna il gioco sul 9-9 ed Eccheli chiama time-out. Ancora grande equlibrio fino al 15-15, con Lanza e Galassi a schiacciare per Monza e Lavia e Stankovic a rispondere per gli ospiti. Errore di Vettori al servizio, mani fuori di Lagumdzija: break Vero Volley Monza, 18-16, e time-out Giani. Errore di Dzavoronok, muro di Karlitzek su Dzavoronok (19-19), poi però gli ospiti approfittano di due sbavature dei lombardi per passare avanti, 21-19. Karlitzek mantiene avanti i gialli, Lanza spara out ed Eccheli chiama la pausa sul 23-20 per gli emiliani. Alla ripresa del gioco errore di Lanza, che viene sostituito da Davyskiba (24-21 Modena). Petric, appena entrato per Vettori, chiude il parziale 25-21 per i suoi.
Nuovo parziale sempre stessi interpreti in campo. Break Vero Volley Monza con Galassi, 2-0, ma Modena tiene il passo con Lavia (3-2). Errore al servizio di Vettori, muro di Holt su Vettori e fuga Vero Volley Monza, 5-2. Emiliani che risalgono con Vettori, 5-4, grazie anche al buon turno in battuta di Lavia, ma Holt e Lagumdzija mantengono Monza in vantaggio (7-5). Karlitzek risponde a Galassi (8-7), poi però un muro a testa di Orduna e Holt su Lavia e l’ace di Galassi regalano il più quattro ai lombardi, 11-7, e Giani chiama time-out. Lagumdzija a schiacciare forte, Holt a murare Mazzone e Monza che allunga, 13-9, con Giani che ferma nuovamente il gioco. Dzavoronok mura Karlitzek, Petric entra per Vettori e Orduna piazza l’ace: 15-9 Monza. Giani inserisce anche Bossi per Mazzone, ma Lagumdzija mura due volte Lavia e Lanza piazza una grande pipe, grazie anche al turno in battuta di un super Orduna): 18-9 Vero Volley. Lavia spezza il filotto devastante dei padroni di casa, ma Karlitzek spara out ed una doppia degli emiliani regala il 20-10 a Monza. Lanza, Lagumdzija mura Petric e 22-11 Vero Volley. Dentro Rinaldi per Karlitzek, Lagumdzija schiaccia forte (anche un ace per lui) ed è 23-12 Vero Volley. Dzavoronok regala il gioco ai suoi (25-13).

Nel quarto set riparte fortissimo la Vero Volley con uno scatenato Dzavoronok sia in attacco che al servizio (anche un ace per il ceco), 4-1. Errore di Lavia dopo la bomba di Dzavoronok e time-out Modena sul 6-2 Monza. Giocata centrale di Galassi, bravo poi a murare Karlitzek: 8-3 Vero Volley. Il tedesco di Modena lascia il campo a Petric, capace subito di andare a segno, ma Vero Volley super a muro con Holt (11-5). Stankovic e Lavia riavvicinano gli emiliani (11-8) ed Eccheli chiama a raccolta i suoi. Stankovic risponde a Dzavoronok (12-9 Monza), Vettori tenta di dare una sterzata ai suoi (15-11), ma Lagumdzija continua a spingere forte in fase offensiva, 16-12. I pochi errori monzesi tengono in corsa i gialli, incapaci però di reagire alle bordate di Lagumdzija (19-15). Lavia risponde a Lagumdzija, Dzavoronok però non sbaglia da posto quattro ed è 20-16 Vero Volley. Vettori a segno per due volte,  Petric con il mani e fuori ed Eccheli ferma il gioco sul 21-19 per i suoi. Muro di Christenson su Lanza (21-20), errore di Lavia in battuta e Giani chiama time-out. Muro di Galassi su Petric, mani fuori di Vettori (23-21 Monza). Finale tutto dei lombardi: Dzavoronok chiude set, 25-22, e gara 3-1 per la Vero Volley Monza.

I PROTAGONISTI-

Maxwell Holt (Vero Volley Monza)- « Sono tre punti molto importanti. Vincere contro Modena, con una prestazione del genere, significa davvero tanto per noi. Abbiamo giocato da squadra, senza contare le prove fantastiche dei singoli, come quella di Orduna e di Lagumdzija. Il lavoro che stiamo facendo a muro è più sistematico. Ci possiamo fidare di tutti. Merito al lavoro che facciamo come squadra. Ora testa a Milano: quando sono venuti qui hanno fatto una grande gara. Dobbiamo andare avanti così e fare il massimo ».

Dragan Stankovic (Leo Shoes Modena)- «Sicuramente abbiamo qualcosa da rimproverarci. si è visto subito che per noi sarebbe stata dura. Monza ha fatto tanto in battuta dal primo all'ultimo set, e l'unico momento in cui siamo riusciti a tener loro testa è stato durante il secondo set, dove eravamo più lucidi anche in attacco, soprattutto in palla alta, dal terzo parziale siamo tornati indietro e non siamo riusciti a fare meglio. Devo fare i complimenti ai nostri avversari, noi abbiamo fatto fatica e loro hanno approcciato meglio il match. Cosa insegna questa partita? Ognuno di noi deve analizzare cosa avrebbe potuto fare meglio, dobbiamo essere più lucidi nei momenti di difficoltà e non cercare di chiudere troppo presto i punti. Dobbiamo avere pazienza e giocare con la testa ».

IL TABELLINO-

VERO VOLLEY MONZA – LEO SHOES MODENA 3-1 (25-14, 21-25, 25-13, 25-22)  VERO VOLLEY MONZA: Orduna 2, Dzavoronok 17, Holt 13, Lagumdzija 22, Lanza 9, Galassi 9, Falgari (L), Federici (L), Sedlacek 0, Davyskiba 0. N.E. Beretta, Ramirez Pita, Calligaro, Brunetti. All. Eccheli.

LEO SHOES MODENA: Christenson 1, Karlitzek 3, Stankovic 6, Vettori 15, Petric 4, Mazzone 4, Iannelli (L), Grebennikov (L), Lavia 12, Bossi 1, Rinaldi 1, Porro 0. N.E. Sala, Sanguinetti. All. Giani.

ARBITRI: Pozzato, Boris.

NOTE – durata set: 21′, 29′, 24′, 31′; tot: 105′.

MVP: Holt (Vero Volley Monza)

TOP VOLLEY CISTERNA-ALLIANZ MILANO-

La prima giornata del girone di ritorno si apre con un sorriso per l’Allianz Powervolley che, dopo due sconfitte consecutive, torna subito al successo battendo i padroni di casa della Top Volley Cisterna. Il match andato in scena al Palasport di Cisterna di Latina ha visto i meneghini imporsi con il risultato di 3-0 sui pontini con i parziali 21-25, 20-25, 18-25. Con questa vittoria (la 7a in 11 gare disputate) Milano tocca quota 19 punti e trova nuovo vigore nella lotta per il terzo posto.

È stata una bella sfida quella tra l’Allianz Powervolley e Top Volley Cisterna. Con una prestazione di carattere e di grande qualità, i ragazzi di coach Piazza hanno messo in campo un gioco fluido che ha creato grosse difficoltà ai padroni di casa che non sono riusciti ad arginare la forza dei loro avversari. Pur subendo in qualche frangente del match, Piano e compagni hanno saputo trovare la chiave di volta del confronto, ispirati da una buona prova di Ishikawa (tornato in posto 4 con il brasiliano Weber nel ruolo di opposto al posto dell’infortunato Patry) che, per l’ennesima volta, ha dimostrato il suo bagaglio tecnico fatto di astuzia, qualità ed intelligenza. Menzione d’onore per Stephen Maar, vero protagonista della contesa, che ha chiuso con 19 punti ed il 52% di positività in attacco. Ma è stata la fase break a fare la vera differenza: una squadra che ha lavorato molto bene con la correlazione muro difesa, toccando e sporcando tanti pallini e confermando quanto di buono fatto nelle ultime gare, ma aggiungendo proprio quell’istinto killer invocato da coach Piazza al termine della sfida con Perugia. Pochi errori, attenzione, carattere ed ottime giocate (10 pipe, 4 ace e 6 muri) per tornare alla vittoria con una prestazione frutto dello spirito di gruppo. Per Milano arriva così l’immediato riscatto dopo il doppio passo falso con Piacenza prima e Perugia poi, con tre punti preziosi e pesanti per il cammino di Powervolley in campionato.

Il successo sui pontini lancia Milano a quota 19 punti, con tre punti importanti che rappresentato, su un campo e contro una squadra difficile come Cisterna, un ottimo viatico per l’inizio di una nuova settimana di lavoro che porterà l’Allianz Powervolley al derby di venerdì 4 dicembre contro Monza che si giocherà all’Allianz Cloud.
Parte bene Cisterna che sfrutta 3 errori di Milano, con il primo punto di Milano che arriva con Maar (3-1). Difesa di Weber e attacco potente di Ishikawa per il 7-4, con la pipe di Maar per il 9-7. Nuovo allungo Cisterna che trova il 12-7, con Ishikawa che prova a togliersi di dosso la polvere e trova la pipe del 13-9. Ancora il giapponese, sempre in pipe, ed è 13-10, con il primo tempo di Piano in contrattacco dopo la bomba dai 9 metri di Maar (14-12). Super attacco di Ishikawa dopo la gran difesa di Maar, seguito dal 100° ace in carriera per Piano per il 15-15. Gran punto di Maar in diagonale (18-18), con il vantaggio che arriva con il canadese per il mani out del 18-19. Ancora Maar in grande serata per il 20-22, con il nuovo break di Ishikawa per il 21-24. Chiude il set lo smash di Sbertoli (21-25).
Nel secondo set Weber in diagonale (4-5) con l’errore di Tillie per il +2 Milano (4-6). Ace di Maar per il 6-9, ma Sabbi tiene a contatto Cisterna (8-9). Ishikawa mani out (10-11), con il muro di Kozamernik su Szwarc (11-13). Ancora un muro per Milano con Weber (10-14) con Piano ad inchiodare il primo tempo del 14-17. Contrattacco Milano per il +5 con Maar (14-19), con Ishikawa che si inventa un’alzata clamorosa per Basic (15-21). Pipe di Maar (17-22), con Kozamernik in primo tempo per il 20-24. Chiude Maar per il 20-25.
Diagonale di Weber e muro di Maar per l’1-3 in partenza di terzo set. Ace di Maar per il 4-7, con il canadese che trova anche la pipe per il 10 punto di Milano. Accorcia Cisterna con l’ace di Szwarc (10-11), con Piano che respinge gli avversari con il muro dell’11-14. Ishikawa trova il punto del 12-15, con Maar a sfondare il muro per il 16-19. Muro Piano ed ace di Kozamernik per il 16-21, con Maar che inchioda in diagonale il 16-22. Weber per il 23° punto di Milano, con Ishikawa a chiudere in pipe uno scambio straordinario (17-24). Chiude Weber per il 18-25.

I PROTAGONISTI-

Boban Kovac (Allenatore Top Volley Cisterna)- « Milano ci ha dimostrato come si gioca a pallavolo. Complimenti a loro, hanno avuto una difesa pazzesca. Dall’altra parte non c’era l’opposto titolare, la partita era importante, ma noi eravamo un po’ lenti, non siamo riusciti a restare in gara: di certo non si vede spesso un livello di difesa così alto, ma noi oggi siamo stati senza carattere e senza tante altre cose. Senza allenarci con Modena abbiamo giocato discretamente, con un po’ di allenamento contro Milano siamo calati: sarà sempre più difficile e non riusciamo a recuperare giocatori, ho provato qualcosa all’inizio ma non hanno nelle gambe la forza di stare in campo contro squadre in salute ».

Yuki Ishikawa (Allianz Milano)- « Sono contento per questa vittoria perché arrivavamo da due sconfitte. Cisterna è una squadra che ha giocatori importanti, come Sabbi, e il nostro obiettivo era quello di giocare bene. Abbiamo difeso tanto e di questo sono felice. L’inizio di questa partita non è stato dei migliori, ma siamo riusciti a recuperare ».

IL TABELLINO-

TOP VOLLEY CISTERNA – ALLIANZ MILANO 0-3 (21-25, 20-25, 18-25)

TOP VOLLEY CISTERNA: Seganov 0, Tillie 2, Krick 5, Sabbi 15, Randazzo 10, Szwarc 5, Rondoni (L), Sottile 0, Cavuto 4, Cavaccini (L). N.E. Rossato, Rossi, Onwuelo. All. Kovac.

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 1, Ishikawa 10, Kozamernik 6, Weber 7, Maar 18, Piano 8, Staforini (L), Pesaresi (L), Daldello 0, Basic 2. N.E. Meschiari, Mosca. All. Piazza.

ARBITRI: Florian, Zanussi.

NOTE – durata set: 30′, 29′, 24′; tot: 83′.

MVP: Maar (Allianz Milano)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA-

La Sir Safety Conad Perugia sbanca in quattro set il PalaMaiata di Vibo Valentia, sconfigge la Tonno Callipo terza della classe e si riprende in un solo colpo la vetta della classifica.
Prestazione maiuscola dei Block Devils contro un avversario che ha dimostrato perché è così in alto in graduatoria con un gioco molto efficace e con pochissimi errori diretti.
Ma Perugia si è dimostrata fortissima di testa e di cuore prima ancora che tecnicamente. Atanasijevic e compagni hanno messo in campo furore agonistico ed allo stesso tempo freddezza nei momenti topici del primo e quarto parziale (entrambi terminati in volata), ma soprattutto nell’avvio del terzo set dopo aver perso ai vantaggi quello precedente. Sintomo di una squadra che, se da un punto di vista tecnico-tattico deve riprendere il filo interrotto dallo stop forzato, come testa c’è, eccome se c’è!

È Leon, di gran lunga, il miglior realizzatore del match. 28 i punti del numero nove bianconero con 7 imprendibili ace. Doppia cifra nella metà campo perugina anche per Atanasijevic (14), Plotnytskyi e Solè (entrambi a quota 12) a dimostrazione della bontà della distribuzione di Travica.
Menzione di merito anche per un super Colaci in seconda linea (un mix spettacolare di ricezioni e difese) e per la sua capacità innata di tenere sempre unita la squadra in campo con la sua saggezza ed esperienza.

È Ricci il protagonista in avvio (1-3). L’ace di Defalco pareggia i conti (6-6). Equilibrio pazzesco in campo con un ping pong lunghissimo di punti (16-16). Gran contrattacco di Defalco (17-16). Tripletta di Leon (attacco e due ace) che capovolge (17-19). Muro vincente di Travica, poi ace del neo entrato Zimmermann (18-22). Vibo non molla, Plotnytskyi mette a terra il punto del 20-23. Out Aboubacar e set point Perugia (21-24). Vibo annulla i primi due con Chinenyeze (23-24). Il muro di Leon mette la firma al set (23-25).
Avvio importante di Vibo nel secondo parziale con Perugia che commette un paio di errori (4-1). L’ace di Leon riporta i suoi a contatto (5-4). Out Defalco, maniout di Plotnytskyi e Perugia sorpassa (6-7). Invasione di Chinenyeze (8-10). Scatto di Vivo con Rossard protagonista (11-10). Gran difesa di Plotnytskyi e Leon capitalizza (11-12). Ancora Leon in contrattacco (11-13). Vibo torna in pista subito (14-14). Cester rimette avanti Vibo (16-15). Muro di Ricci, contrattacco di Atanasijevic e nuovo capovolgimento (16-18). Plotnytskyi mantiene le distanze (18-20). Dentro Ter Horst per Atanasijevic. Out Leon (20-20). Ace di Rossard, Vibo avanti (22-21). Solè pareggia (22-22). Torna Atanasijevic. Invasione di Perugia e set point Vibo (24-23). Out Aboubacar, si va ai vantaggi (24-24). Al quinto tentativo è Defalco a pareggiare i conti (29-27).
Perugia parte forte nel terzo set con Atanasijevic protagonista (0-3). Vibo accorcia con Rossard (2-3). Plotnytskyi a segno da posto quattro, poi ace di Leon (2-6). Buca di Solè in primo tempo, poi altro ace di Leon (2-8). Contrattacco di Atanasijevic (3-10). Alcuni errori al servizio da entrambe le parti (8-15). Plotnytskyi chiude la diagonale (10-17). Ter Horst, in campo per Atanasijevic, due volte vincente (13-20). Due anche di Solè (15-22). Perugia arriva al set point dopo l’errore di Aboubacar (17-24). Rossard spara out e Perugia torna avanti (17-25).
Il muro di Solè apre la quarta frazione (1-3). Doppietta di Atanasijevic (2-5). Missili di Leon dai nove metri (3-8). Super Colaci e Solè chiude il primo tempo (3-9). Invasione di Solè (5-9). Aboubacar suona la carica per i suoi (10-13). Ace di Leon (11-16), poi contrattacco di Rossard (13-16). Plotnytskyi in diagonale, poi out Defalco (13-19). Si riscatta subito l’americano (15-19). Ace di Defalco, Vibo torna sotto (18-21). Ter Horst chiude da posto due (18-22). La mette a terra Leon (19-23). Fuori Plotnytskyi, poi Rossard (22-23). Solè porta Perugia al match point (22-24). Fuori Rossard, Perugia sbanca il PalaMaiata (22-25).

I PROTAGONISTI-

Valerio Baldovin (Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « La partita è stata dura. Potevamo comportarci meglio in contrattacco. Ci siamo creati diverse occasioni sulle rigiocate, come riusciamo a fare di solito, però non siamo stati così efficienti e precisi in alcune situazioni. Quando siamo calati il problema è stato più di natura tecnica che mentale: dall’altra parte c’erano battitori come Leon. Quando si va in difficoltà è difficile rimanere in partita e mantenere alta la concentrazione. Non ho particolari cose da rimproverare ai ragazzi: ora dobbiamo pensare alla prossima partita con Modena. Da domani inizieremo a lavorare soffermandoci soprattutto sugli errori commessi oggi ».

Dragan Travica (Sir Safety Perugia)- « Siamo stati molto bravi ad alzare il nostro ritmo. Abbiamo accettato alcuni errori tecnici e tattici contro un avversario che mette tanta intensità, che gioca bene e che sbaglia poco. Sono contento, era una gara difficile, è stata una bella partita e portiamo a casa tre punti d’oro. Abbiamo dimostrato tanta fame di vincere. È una nostra caratteristica e, soprattutto in una situazione dove non siamo eccellenti dal punto di vista tecnico, è fondamentale. Noi e Civitanova siamo un po’ avanti in classifica, ma il campionato è lungo, ci sono tante squadre forti che verranno fuori alla distanza e ci sarà da far fatica ».

IL TABELLINO-

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (23-25, 29-27, 17-25, 22-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Saitta 1, Rossard 15, Chinenyeze 10, Drame Neto 13, Defalco 12, Cester 8, Sardanelli (L), Rizzo (L), Dirlic 0. N.E. Chakravorti, Almeida Cardoso, Corrado, Lyneel, Gargiulo. All. Baldovin.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 1, Plotnytskyi 12, Ricci 6, Atanasijevic 14, Leon Venero 28, Solé 12, Piccinelli (L), Russo (L), Vernon-Evans 0, Zimmermann 1, Ter Horst 3, Colaci (L). N.E. Biglino, Sossenheimer. All. Heynen.

ARBITRI: Caretti, Cesare.

NOTE – durata set: 27′, 37′, 23′, 34′; tot: 121′.

MVP: Leon (Sir Safety Perugia)

I RISULTATI-

Vero Volley Monza - Leo Shoes Modena 3-1 (25-14 21-25 25-13 25-22)

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Sir Safety Conad Perugia 1-3 (23-25 29-27 17-25 22-25)

Top Volley Cisterna - Allianz Milano 0-3 (21-25 20-25 18-25)

Gas Sales Bluenergy Piacenza - Consar Ravenna 3-1 (19-25 25-21 25-21 25-22) Giocata ieri

Itas Trentino-Kioene Padova Rinviata

Cucine Lube Civitanova-NBV Verona 3-1(25-17 25-12 19-25 25-13) giocata Ieri

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 27 (gare giocate 10), Cucine Lube Civitanova 26 (10), Allianz Milano 19 (11), Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19 (11), Gas Sales Bluenergy Piacenza 18 (11), Leo Shoes Modena 17 (10), Vero Volley Monza 16 (11), Itas Trentino 10 (8), NBV Verona 9 (9), Kioene Padova 8 (11), Consar Ravenna 6 (8), Top Volley Cisterna 5 (10)

IL PROSSIMO TURNO-6/12/2020 Ore 18.00-

Consar Ravenna - Cucine Lube Civitanova Si gioca il 5/12/ Ore 18.00

NBV Verona - Itas Trentino

Allianz Milano-Vero Volley Monza Si gioca il 4/12 Ore 18.00

Sir Safety Conad Perugia - Gas Sales Bluenergy Piacenza Ore 17.00

Kioene Padova - Top Volley Cisterna

Leo Shoes Modena - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia Ore 19.00

Commenti