Modena lotta cinque set ma vince Civitanova

Gli uomini di Giani mettono alla frusta i cucinieri che devono far ricorso a tutto il loro talento per imporsi, dopo quasi due ore e mezza di gioco, per 3-2 (25.20; 28-30; 25-19; 16-25; 15-10)

Modena lotta cinque set ma vince Civitanova© Legavolley

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)-La Leo Shoes Modena lotta cinque set ma alla fine il big match dell'ottava di ritorno va alla Cucine Lube Civitanova che si fa rimontare due volte dalla squadra di Giani prima di concludere vittoriosamente il quinto set 3-2 (25-20, 28-30, 25-19, 16-25, 15-10).

Le due squadre si sono alternate al comando delle operazioni mettendo entrambe in mostra un ottimo gioco collettivo, dando vita ad un match palpitante che ha vissuto fasi ad altissimo livello. Civitanova ha avuto il merito e la freddezza di sfuttare al meglio, nel set decisivo, la classe e la potenza dei suoi campioni.

Il primo parziale è decisamente a tinte biancorosse anche se, dopo il 12-5 iniziale che lasciava presagire una strada tutta in discesa per capitan Juantorena e compagni, Modena ha provato fino all’ultimo a riaprire il set, riuscendo a risalire fino al -2 (21-19) firmato da un attacco di Vettori (6 punti, 50%). A ristabilire le distanze ci ha pensato poi l’ottimo lavoro del muro-difesa Lube, che in seconda linea ha potuto sfruttare contemporaneamente l’apporto di Balaso e Marchisio (a referto come schiacciatore), e l’efficacia in contrattacco delle bocche di fuoco in banda a disposizione di De Cecco, che fa schiacciare i suoi col 57% di efficacia contro il 36% degli ospiti. Chiuderà un attacco di Leal (6 punti, 60% in attacco) sul 25-20.

Nel secondo set la Leo Shoes sale di livello in tutti i fondamentali (52% contro il 45% della Lube in attacco, 4-4 nei muri, 44% a 40% la positività in ricezione) la sfida sul binario del perfetto equilibrio. Fino ai vantaggi, dove ad avere la meglio è la formazione di Andrea Giani, che sfodera Mazzone e Petric in versione giganti (100% su 5 primi tempi per il centrale, 6 punti col 56% su 9 attacchi per il martello serbo), e alla quarta occasione buona, dopo aver annullato due set point agli avversari, sfruttando il buon turno al servizio di Christenson chiude 30-28 a proprio favore grazie un contrattacco vincente di Lavia.

Il terzo parziale è a senso unico per la Cucine Lube, che prende il largo già in avvio imponendo il proprio ritmo con una battuta che mette costantemente in difficoltà la Leo Shoes (4 ace). I campioni del mondo fanno registrare il massimo vantaggio sul 17-10, rallentano un po' quando giani butta nella mischia la coppia Rinaldi – Karlitzek (21-17), poi chiudono 25-19 dopo un errore al servizio di Vettori, e con Leal top scorer a quota 5 punti (67%).

Giani tiene in campo Karlitzek al posto di Lavia nel quarto parziale, che al contrario di quello precedente è un monologo di Modena, avanti addirittura 14-5 in avvio. Con Hadrava già in campo al posto di Rychlicki dal 5-9, De Giorgi prova a giocare anche le carte Falaschi, Kovar e Yant, nel tentativo di raddrizzare la situazione. Che però non riesce. Chiude Mazzone sul 25-16.

Nel tie break De Giorgi ripropone i titolare lasciando in panchina il solo Anzani, a favore di Diamantini. E il primo break è della Cucine Lube, conquistato con un tocco di prima intenzione di Rychlicki (10-8), che poco dopo firma anche il contrattacco vincente del 12-9. E’ la fuga decisiva, finisce 15-10 dopo due muri di fila entrambi firmati da Leal., e con Robertlandy Simon (15 punti, 71% in attacco, 3 ace e 2 muri) eletto Mvp.

I PROTAGONISTI-

Luciano De Cecco (Cucine Lube Civitanova)- « La partita è stata strana, è difficile per me a caldo decifrare l’andamento del match, ma ciò che più conta è il successo. Paradossalmente se vincessimo tutte le partite 3-2 lo Scudetto sarebbe nostro. Anche nel primo set ci sono stati alti e bassi, poi abbiamo vinto facilmente il terzo, ma quando potevamo prendere i tre punti ci hanno portato al tie break. Vogliamo migliorare per giovedì e colmare le lacune di oggi. Giochiamo molto bene, ma solo a tratti. Ripeto che per me l’importante è vincere ».

Andrea Giani (Allenatore Leo Shoes Modena)- « Abbiamo portato via un punto, siamo partiti male, poi abbiamo vinto ai vantaggi il secondo, malissimo nel terzo e poi coi cambi abbiamo recuperato, il quarto siamo andati molto bene. Nel tie-break sono stati più bravi loro che hanno fatto le cose perfettamente. Dispiace un pochino non aver colto l’occasione, ma stiamo sul pezzo e guardiamo avanti. Il grande miglioramento di questa squadra è passato attraverso il reinserimento di chi aveva problemi fisici, di Covid e infortuni ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – LEO SHOES MODENA 3-2 (25-20, 28-30, 25-19, 16-25, 15-10)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 1, Juantorena 16, Anzani 7, Rychlicki 16, Leal 18, Simon 15, Larizza (L), Balaso (L), Marchisio 0, Yant Herrera 2, Hadrava 3, Falaschi 0, Diamantini 1, Kovar 2. N.E. All. De Giorgi.

LEO SHOES MODENA: Christenson 4, Lavia 6, Mazzone 14, Vettori 19, Petric 14, Stankovic 6, Iannelli (L), Karlitzek 6, Rinaldi 3, Grebennikov (L), Porro 1. N.E. Sala, Sanguinetti. All. Giani.

ARBITRI: Goitre, Sobrero.

NOTE – durata set: 27′, 38′, 29′, 25′, 16′; tot: 135′.

MVP: Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti