Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calciomercato Torino, se davvero Hart partirà Padelli farà da chioccia
© LaPresse

Calciomercato Torino, se davvero Hart partirà Padelli farà da chioccia

Non è stata presa la decisione finale, ma sono alte le possibilità che la squadra affronti il prossimo campionato con Milinkovic-Savic e il portiere italiano che si sfideranno per un ruolo da titolaretwitta

lunedì 27 marzo 2017

di Marco Bonetto

TORINO - Prima ipotesi, con pochissime possibilità di diventare realtà: Hart rimane a Torino, perché il City non riesce a venderlo al prezzo richiesto e il portiere si impunta a restare, riuscendo a obbligare il club proprietario del cartellino a rinnovare il prestito e a pagargli nuovamente buona parte degli ingaggi. In pratica: un miracolo. Seconda ipotesi, decisamente più realistica, più che probabile: Hart torna formalmente al City, finisce sul mercato e trova un club disposto a versare oltre 10 milioni per il suo cartellino. Ebbene, anche in tale ottica si può comprendere il motivo per cui il Torino stia valutando con cura la possibilità di rinnovare il contratto a Padelli. Il Toro, si sa, ha già acquistato Milinkovic-Savic, il portiere della Nazionale under 21 serba e del Lechia (ma in Polonia, dopo che il club granata ha battezzato l’operazione da 3,2 milioni, il ragazzo è stato retrocesso a panchinaro per scelte strategiche del club, non certo legate al rendimento). Mihajlovic è convinto che il 20enne suo connazionale possa meritarsi sul campo i galloni da titolare. Nel caso, dopo un periodo di apprendistato. Sinisa vede in Milinkovic il Donnarumma del Toro. Non avrebbe senso, di conseguenza, investire 6 o 7 milioni per comprare Skorupski, per esempio: cioè uno dei portieri più chiacchierati in ottica granata, prima dell’acquisto del giovane serbo. Un talento come il polacco chiuderebbe ogni spazio per anni al giovane serbo. Non è stata ancora presa la decisione finale, ma sono alte le possibilità che il Torino affronti il prossimo campionato con Milinkovic-Savic e Padelli (chiamato a far da chioccia e comunque a dare garanzie alternative): i due si sfiderebbero fin dalla preparazione estiva per un ruolo da titolare. A quel punto, con l’attuale 3° portiere Cucchietti destinato a farsi le ossa in prestito, il Torino dovrebbe ingaggiare un elemento di esperienza o un altro giovane interessante, destinato a lavorare all’ombra dei primi due. E’ uno scenario probabile, ma non ancora sicuro: già solo perché Padelli, proprio perché è in scadenza, potrebbe anche preferire emigrare, per aprire altrove un nuovo ciclo. Sondaggi per lui già si colgono.

Germania e Inghilterra ok con i capitani Khedira e Hart

Torino, Zappacosta da conferma obbligata

Tags: Torino

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti