Tuttosport.com

Rugby Sei Nazioni 2019, Parisse:«Non ci piace perdere». O'Shea: «Vincere per i tifosi»
© lapresse
0

Rugby Sei Nazioni 2019, Parisse:«Non ci piace perdere». O'Shea: «Vincere per i tifosi»

L'esordio degli azzurri il 2 febbraio con la Scozia. Il presidente Gavazzi: «Vogliamo superare i 150mila presenti all'Olimpico»

lunedì 21 gennaio 2019

ROMA - L'Itaia si prepara ad affrontare il Sei Nazioni di Rugby 2019. Esordio in trasferta, il 2 febbraio in Scozia. Gli azzurri ospiteranno all'Olimpico Galles, Irlanda (campione in carica) e Francia. Altra trasferta a Londra con l'Inghilterra.  Il c.t. Conor O'Shea, il capitano Sergio Parisse e il presidente Gavazzi sono intervenuti alla presentazione del torneo stamane al Coni. L'evento precede il raduno presso il Centro di Preparazione Olimpica 'Giulio Onesti' di Roma 

ULTIMO SEI NAZIONI PER PARISSE - Potrebbe essere l'ultima partecipazione al Sei Nazioni per il capitano azzurro che si sofferma sull'esordio contro la Scozia a Edimburgo. Parisse suona la carica, consapevole delle ambizioni del XV allenato da O'Shea: "Non ci piace perdere, ci da un enorme fastidio, è ovvio che ci prepariamo per provare a vincere. Abbiamo gia' vinto a Murrayfield qualche volta, la sfida e' difficile e cercheremo di fare la guerra con gli scozzesi e portare la partita a casa. Sono molto fiducioso abbiamo talento, non siamo inferiori a nessuno Molto probabilmente sarà il mio ultimo Sei Nazioni, ma più che pensare al futuro mi piacerebbe fare una bel 2019 e cancellare il pessimo 2018."

IL CT O'SHEA  -  Nella scorsa edizione del torneo, l'Italia ha concluso all'ultimo posto con zero vittorie.  Il c.t. O'Shea spera in un riscatto degli azzurri, alla ventesima partecipazione al torneo, nonostante il livello della competizione sia notevolmente aumentato con Irlanda, Inghilterra e Galles salite alle prime posizioni del ranking mondiale: "In questo Sei Nazioni il livello e' il piu' alto della storia, giocheremo contro le squadre numero due, tre e quattro del mondo - ha sottolineato il tecnico - Sul campo dobbiamo mettere il giusto livello di prestazione, vogliamo vincere davanti ai nostri tifosi a Roma."

L'AUGURIO DI GAVAZZI - "Sara' un torneo piu' impegnativo, speriamo che ci dia tante soddisfazioni e che ci permetta di fare un altro passo avanti prima dei Mondiali di settembre - ha affermato il presidente della Federazione italiana rugby Alfredo Gavazzi - Vorremmo superare i 150 mila presenti per le tre partite all'Olimpico e rendere queste tre partite un evento all'interno dell'evento.

CONVOCATI ITALIA SEI NAZIONI

CONVOCATI SEI NAZIONI 2019 - LE ALTRE NAZIONALI

Rugby Italia Sei Nazioni 2019

Commenti

La Prima Pagina