Superlega, Ceferin minaccia: "Possibili sanzioni a Juve, Barça e Real Madrid"

Il numero uno della Uefa: "Siamo felici che l'ingiunzione sia finalmente arrivata. Nessun rapporto con i club ribelli"

Superlega, Ceferin minaccia: "Possibili sanzioni a Juve, Barça e Real Madrid"© EPA

Aleksander Ceferin torna a parlare di Superlega e di possibili sanzioni verso Juventus, Real Madrid e Barcellona. "Certo, è possibile - annuncia in una lunga intervista rilasciata ad As - ma vediamo cosa succede. Siamo felici che l’ingiunzione sia finalmente arrivata. Sono rimasto sorpreso dal comportamento del giudice precedente: non ci è stata nemmeno offerta un’udienza. Mi fido delle autorità e dei tribunali spagnoli". Ceferin parla del suo rapporto con i club promotori. "Nessuno ha provato a parlare con me - continua il numero uno dell'Uefa - l’unico contatto che abbiamo ricevuto da loro è arrivato dai tribunali, perché hanno cercato di sfidarci ovunque. Non abbiamo mai detto che non potessero giocare la propria competizione, perché possono farlo se vogliono. Ma è divertente che questi siano stati i club che si sono iscritti per primi in Champions League. Se giocano altri tornei, non possono giocare nelle nostre competizioni".

"Non voglio parlare di Agnelli"

Ceferin risponde ad una domanda sul presidente della Juventus Agnelli. "Non voglio parlare di lui, ma il mio rapporto con lui è stato molto aperto e onesto. Non l’ho mai detto prima, ma ho invitato il presidente del Madrid, Florentino Pérez, a Nyon prima che accadesse tutto per parlare di futuro. Ha cancellato l’incontro con un messaggio solo 24 ore prima a causa di un evento legato al basket", ha svelato il presidente della Uefa. "L’annuncio di quel progetto è stato un atto di incredibile arroganza da parte loro, ed è probabilmente per questo che non vogliono comunicare con la Uefa. Ma questo non ha mai influenzato il modo in cui li trattiamo nei nostri tornei. Lo si vede nei loro successi: il Real Madrid giocherà la finale di Champions League e il Barça la Champions League femminile. Questo è un chiaro segno che le nostre competizioni sono sane, giuste e corrette", ha aggiunto. "Sono assolutamente certo che non abbiamo il monopolio. Tutti possono scegliere di essere membri UEFA: le federazioni nazionali possono scegliere di essere membri UEFA o meno, i club possono scegliere di giocare o meno le nostre competizioni e possono scegliere di giocare le proprie. Quando si tratta di questo, tutti sono dalla nostra parte. Non vedo nessuno dire il contrario".

"Multe pesanti a chi viola il fair play inanziario"

Tra le questioni fondamentali da affrontare, anche il nuovo fair play Finanziario: "Anche ora, se hai più soldi, sei più potente. Puoi chiederlo ai club del tuo paese (rispondendo alla domanda del giornalista spahnolo di As ndr). Ma il punto è che questa è la prima volta che leghe, Eca e Uefa hanno concordato un sistema di sostenibilità finanziaria, il che significa che è equo per tutte le parti. Sono convinto che l’idea sia eccellente. E le multe saranno pesanti se ci saranno delle violazioni".

Uefa, Ceferin chiude alla Superlega
Guarda il video
Uefa, Ceferin chiude alla Superlega

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...