Arsenal contro Ozil, Podolski lo difende: "Non è uno stro..."

I due sono stati compagni di squadra nella nazionale tedesca e nei Gunners: "Con questa situazione perdono tutti"

Arsenal contro Ozil, Podolski lo difende: "Non è uno stro..."

LONDRA (Inghilterra) - Nel 2014 sono diventati campioni del mondo insieme in Brasile e con l'Arsenal hanno giocato insieme dal 2013 al 2015. Adesso Lukas Podolski difende il suo ex compagno di squadra Mesut Ozil dalle critiche che sta ricevendo a Londra. L'ex attaccante dell'Inter lo fa dalle pagine della rivista “The Athletic”: “È un bel personaggio, non è uno stro**o. Non fa interviste in cui parla male dei compagni o dell'Arsenal ed è un peccato che si sia creata questa situazione, perché perdono tutti. Ozil è in tribuna, la società lo paga e non c'è nessun vincitore".

Chi ha fatto più assist? Ecco i migliori giocatori del XXI secolo!
Guarda la gallery
Chi ha fatto più assist? Ecco i migliori giocatori del XXI secolo!

Ozil, un"problema" per l'Arsenal

A Londra vorrebbero sbarazzarsi del tedesco da tempo, ma Ozil ha fatto muro: "Decido io quando vado, non le altre persone", aveva detto in una recente intervista. Inizialmente era stato criticato per una presunta mancanza di forma fisica, poi per la decisione di non rinunciare a uno stipendio durante la crisi per il coronavirus. Ozil aveva difeso così la sua scelta: "Non avevamo abbastanza dettagli, avremmo prima dovuto trovare un accordo. Non ero l'unico giocatore a pensarla così, ma alla fine è uscito solo il mio nome. Chi mi conosce sa quanto io sia generoso. Negli ultimi due anni le persone hanno cercato di distruggermi, rendermi infelice, spingere affinché i tifosi si mettessero contro di me, dipingendo un quadro non vero".

Ozil giura fedeltà all'Arsenal
Guarda il video
Ozil giura fedeltà all'Arsenal

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti