Vata per il Toro del futuro: il talento del Celtic è più di un’idea

Ieri il trequartista ha vinto contro la Lazio in Youth League: è in scadenza e non rinnoverà. In estate è stato vicino al Verona e al Frosinone
Vata per il Toro del futuro: il talento del Celtic è più di un’idea© Getty Images

TORINO - La sconfitta contro il Bologna impone una serie di riflessioni a ogni livello, nel Torino: l’Europa non è lontana essendo il settimo posto occupato dall’Atalanta - prossima avversaria dei granata - distante 4 punti. Allo stesso tempo, non troppo distante è però anche la zona salvezza, visto che le terz’ultime della classe, Cagliari ed Empoli, hanno 10 punti. La priorità resta quindi la stagione in corso, da vivere finché c’è speranza guardando in alto, e fino a salvezza acquisita facendo attenzione a chi sta sotto. Contestualmente c’è però anche da lavorare per il futuro, e in tal senso è chiaro che l’argomento dominante venga a essere il mercato. Ebbene i granata hanno messo sotto stretta osservazione Rocco Vata, talento di 18 anni del Celtic. Un giovane trequartista che l’attuale tecnico del Tottenham, e al tempo allenatore degli scozzesi Ange Postecoglu, ha fatto esordire con la squadra di Glasgow in campionato il 28 dicembre del 2022. Premio a un percorso importante con la squadra riserve del Celtic stesso, con il quale ha disputato 27 partite mettendo a segno 20 gol. Ieri, invece, ha preso parte a tutta la gara vinta dai biancoverdi in Youth League contro la Lazio.

"È un predestinato", dice chi ne segue da vicino la maturazione calcistica. Che ha avuto uno stop dopo un infortunio al piede che, comunque, è stato messo alle spalle. Sulle tracce di Vata si sono messe diverse squadre di alto livello, da Juve e Milan al Bayern. Poi il suddetto guaio fisico ha spostato l’attenzione dei grandi club, ma non l’interesse generale nei confronti del ragazzo. Ora seguito con attenzione dal Frosinone, oltre che dal Torino, e in estate vicino al passaggio al Verona: sarebbe arrivato in gialloblù se dal club scaligero fosse partito Ngonge, a sua volta candidato alla sostituzione di Berardi al Sassuolo. La permanenza dell’attaccante calabrese in neroverde ha poi congelato le varie operazioni.

Vata, la situazione contrattuale e il ruolo

Rocco Vata è il figlio di Rudi, leggenda del calcio albanese tra gli Anni 90 e i primi del nuovo millennio: il papà, che ha totalizzato 59 presenze con 5 gol nella nazionale albanese, aveva a sua volta giocato in Scozia - con Celtic e St. Johnstone - là dove aveva conosciuto e sposato Anna, mamma del 2005 Rocco. Il quale non ha visto definirsi un trasferimento che si concretizzerà in estate. Nonostante la proposta del Celtic, Vata ha infatti deciso di non accettare il rinnovo di contratto: essendo in scadenza nel 2024 è nelle condizioni di liberarsi a parametro zero dal Celtic. Per anticipare i tempi e strapparlo a una folta concorrenza si è mosso il Nottingham, ma difficilmente il giocatore si muoverà nel prossimo mercato di gennaio. Anche per ricevere il famoso bonus alla firma è orientato ad aspettare qualche mese, per operare il trasferimento in un altro club. Ala (preferibilmente destra) o trequartista dietro a un centravanti, Vata può ricoprire più ruoli, nel reparto offensivo.

Ha collaborato Nicolò Schira

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...