Juve, Allegri: "Vlahovic sta facendo bene. Dybala e Chiellini giocano"

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia della finale di Coppa Italia: "La nostra stagione? Siamo partiti male, ma abbiamo fatto una rincorsa e raggiunto un risultato importante"

Juve, Allegri: "Vlahovic sta facendo bene. Dybala e Chiellini giocano"© Juventus FC via Getty Images

ROMA - "Domani sarà una bellissima serata, un derby d'Italia. Giochiamo contro una squadra difficile da affrontare, contro cui abbiamo sempre fatto bene nelle partite precedenti. Ci vorrà lucidità". Sono le parole di Massimiliano Allegri nella conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa Italia tra Juve e Inter. "Poi il calcio è strano - prosegue -: dopo due minuti magari si sblocca e cambia la gara, l'importante è avere la lucidità di giocare una bella gara". Poi sulla possibile formazione: "Ho qualche dubbio. Morata gioca? Domattina o domani pomeriggio bisogna che glielo lo dica, sennò poi ci si chiede chi gioca. Chiellini gioca sicuro, Perin uguale. Per gli altri vediamo. Difesa a tre? Vediamo. I giocatori che schiererò possono giocare a tre o a quattro anche a gara in corso".

La Juve è arrivata a Roma, tra sorrisi e concentrazione
Guarda la gallery
La Juve è arrivata a Roma, tra sorrisi e concentrazione

"Dobbiamo lavorare e migliorare per la prossima stagione"

Poi sulla possibile vittoria della Coppa Italia per riscattare la stagione: "Si siamo partiti male, ma abbiamo fatto una rincorsa e raggiunto un risultato importante. Giocare la Champions è un risultato importante, che la Juve ha sempre raggiunto. A fine stagione ci metteremo lì per cercare di migliorare e per cercare di ripartire, certamente più avvantaggiati rispetto a quest'anno. La valutazione è semplice: se vinciamo dite che va bene, se perdiamo dite che è una stagione disastrata. Sono valutazioni che noi non dobbiamo fare. Vincere sarebbe bellissimo, ma il percorso di ripartire l'anno prossimo, ai blocchi di partenza, cercando di andare a vincere ed essere competitivi, è qualcosa che dobbiamo fare". Allegri ha poi continuato a parlare della stagione rispondendo ai giornalisti: "Le nostre partite migliori sono state contro l'Inter e col Manchester United ma voi vi ricordate solo il risultato, non le prestazioni. A inizio stagione la perdita di Ronaldo a tre giornate dalla fine del mercato non è stata una cosa semplice. Abbiamo avuto anche delle situazioni durante il percorso, in cui per esempio abbiamo perso Chiesa. Domani sono tutti convocati, a proposito. Abbiamo avuto delle difficoltà, sicuramente il fatto di spingere molto sull'acceleratore. Io ero sereno sul fatto che, passato il turno Champions, la squadra avrebbe cominciato a crescere e così è stato. La società poi ci ha dato una grossa mano a gennaio, prendendo Vlahovic. E da lì abbiamo iniziato una rincorsa importante, terminata con la sconfitta contro l'Inter, una gara che ci dà ulteriore spinta. Ora abbiamo la Coppa Italia: portarla a casa sarebbe carino, poi avremo le ultime due partite e dovremo cercare di finire la stagione al meglio per poter programmare subito la prossima".

Morata al bivio Coppa Italia: grande addio o nuovo inizio?

Dybala e Vlahovic guidano la Juve: Locatelli vuole un posto contro l'Inter
Guarda la gallery
Dybala e Vlahovic guidano la Juve: Locatelli vuole un posto contro l'Inter

"Dybala gioca. Vlahovic? Sta facendo bene, è da Juve"

Allegri ha poi risposto ironicamente ai giornalisti su Dybala: "Domani gioca. Così vi do il titolone". Poi sui migliori allenatori italiani: "Per me sono quelli che vincono: Ancelotti, a cui rinnovo i compimenti, Capello, Lippi, Sacchi e Trapattoni hanno fatto la storia del calcio italiano. Carlo è l'unico che allena ancora e due anni fa era stato dato per finito, ma non è così. In Italia ci sono tanti bravi allenatori, giovani, che possono avere la possibilità di allenare una grande squadra. Ci sono tanti allenatori che allenano in Serie D o in Eccellenza che sono molto preparati ma fare l'allenatore è molto di più, è una roba molto più grossa, che non è scritta in nessun libro. È come madre natura t'ha fatto: se ce l'hai ce l'hai, ma questo vale nel calcio come in qualsiasi professione". Su Vlahovic, commentando le parole di Stojkovic secondo cui domani sera segnerà: "Io spero ne faccia due, non uno. Sta facendo bene, lui è sereno ma a volte chiede troppo a se stesso. È una questione caratteriale. Ha dimostrato di essere un giocatore alla Juventus, poi è qui da tre mesi e l'anno prossimo potrà soltanto migliorare. I numeri sono buoni a livello di gol, poi è difficile in Italia fare un gol a partita. Anche Cristiano Ronaldo quando è arrivato è stato cinque-sei gare senza gol. Io sono contento, poi se aveva la faccia arrabbiata ci sta. Ma vuol dire che ci tiene molto, che vuole migliorare e lo dimostra tutti i giorni". Infine sui convocati dall'U23: "Ho portato Miretti e anche Nicolussi. È un ragazzo che ha avuto un infortunio al crociato. Io ho visto l'Under 23 l'altro giorno, mi ha divertito tanto e come premio l'ho portato".

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...