Ronaldo: "Parlo quando voglio. Alla mia età non devo dimostrare nulla"

Ecco le dichiarazioni del fuoriclasse portoghese in una conferenza stampa a sorpresa. Giovedì l'esordio ai Mondiali di Qatar 2022 nel match tra Portogallo e Ghana
Ronaldo: "Parlo quando voglio. Alla mia età non devo dimostrare nulla"© Getty Images

A pochi giorni dall'esordio ai Mondiali di Qatar 2022, in programma giovedì alle 17 italiane (19 locali) nel match tra Portogallo e Ghana, Cristiano Ronaldo ha rilasciato alcune dichiarazioni in una conferenza stampa s sorpresa. Questa sarà la quinta e probabilmente ultima manifestazione iridata per il 37enne di Funchal che arriva all'appuntamento in un momento piuttosto complicato della propria carriera. Dopo la rottura definitiva con il Manchester United, infatti, l'ex Juve è alla ricerca di una squadra per gennaio. A proposito della situazione, il fuoriclasse lusitano commenta: "Non devo preoccuparmi di quello che pensano gli altri. Parlo quando voglio. Tutti sanno chi sono e in cosa credo. Se a 37 anni e 8 mesi dovessi ancora dimostrare delle cose sarei preoccupato. Rispetto le opinioni della gente. Voglio fare un grande Mondiale per la mia famiglia, per i miei tifosi. Voglio vincere, ma se non ci riuscirò sarò felice per quello che è stato fatto. Sto bene e mi sento pronto per iniziare il Mondiale nel migliore dei modi e raggiungere i miei obiettivi. I miei ricordi sono buoni e altri meno, ma come tutto nella vita. I Mondiali sono qualcosa di diverso, il mondo si ferma. Tutti vogliono vederti giocare e parlare della competizione".

Cristiano Ronaldo sui Mondiali di Qatar 2022 e le favorite

Sulle possibilità di vittoria del Portogallo, campione d'Europa nel 2016 in Francia, Cristiano Ronaldo ammette: "Abbiamo un potenziale enorme, ma dobbiamo pensare al Ghana e andare con calma. Da lì cresceremo. Se saremo la squadra migliore, arriveremo alla fine. La squadra campione sarà la migliore. Abbiamo giovani importanti, un bel mix. Brasile, Argentina, Francia sono quelli che hanno le migliori possibilità. Poi ci sono Spagna e Germania. Ma abbiamo già visto nel 2016 che siamo capaci di sorprenderci e di imporci”.

Mondiali 2022, vince il Portogallo? L’incredibile statistica, c’entra Cristiano Ronaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cristiano Ronaldo sui record personali

Il campione lusitano può ampliare il suo già vastissimo elenco di record, ma non ci pensa: "Non inseguo i record, i record arrivano. Battere Eusebio sarebbe speciale. Ma non ci penso, penso a vincere il torneo. Non la vedo così, ad alcuni piaccio di più ad altri meno. Ad alcuni piacciono di più le bionde e ad altri quelle scure. La gente dice che sono alla fine della mia carriera. Sono orgoglioso di quello che ho fatto. Ovviamente vincere un Mondiale non sarebbe male, anzi sarebbe magico. Non mi manca niente, ho tutto, ma vincere la Coppa del Mondo sarebbe spettacolare. Tutti, però, vogliono vincerla e solo uno può farlo. Lavoreremo concentrati per diventare campioni".

Sulla pubblicità con Messi e il rapporto con Casillas e Bruno Fernandes

A proposito della pubblicità con Messi, CR7 rivela: "Era una campagna che volevo fare, una campagna che cercavo da tempo. È stato motivo di orgoglio. È il mio quinto Mondiale. Sono ottimista". Sulle belle parole spese nei suoi riguardi da Casillas commenta: "Con Iker ho un ottimo rapporto. Abbiamo giocato insieme e vinto tanti titoli. Sappiamo già come si lavora nella stampa. Sono d'accordo con lui e spero di dimostrarlo ancora una volta. La mia motivazione è uscire in strada e vedere la gioia dei bambini quando mi vedono. Queste fasi prima dei tornei sono sempre controverse, ma il mio rapporto con lui è ottimo. Tutto intorno a Cristiano genera sempre discussioni ma insisto: il mio rapporto con tutta la squadra è ottimo, con Bruno (Fernandes ndr), con Cancelo, con Joao Félix. E ne approfitto, non chiedete ai giocatori di Cristiano. Chiedete di loro e del Portogallo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

A pochi giorni dall'esordio ai Mondiali di Qatar 2022, in programma giovedì alle 17 italiane (19 locali) nel match tra Portogallo e Ghana, Cristiano Ronaldo ha rilasciato alcune dichiarazioni in una conferenza stampa s sorpresa. Questa sarà la quinta e probabilmente ultima manifestazione iridata per il 37enne di Funchal che arriva all'appuntamento in un momento piuttosto complicato della propria carriera. Dopo la rottura definitiva con il Manchester United, infatti, l'ex Juve è alla ricerca di una squadra per gennaio. A proposito della situazione, il fuoriclasse lusitano commenta: "Non devo preoccuparmi di quello che pensano gli altri. Parlo quando voglio. Tutti sanno chi sono e in cosa credo. Se a 37 anni e 8 mesi dovessi ancora dimostrare delle cose sarei preoccupato. Rispetto le opinioni della gente. Voglio fare un grande Mondiale per la mia famiglia, per i miei tifosi. Voglio vincere, ma se non ci riuscirò sarò felice per quello che è stato fatto. Sto bene e mi sento pronto per iniziare il Mondiale nel migliore dei modi e raggiungere i miei obiettivi. I miei ricordi sono buoni e altri meno, ma come tutto nella vita. I Mondiali sono qualcosa di diverso, il mondo si ferma. Tutti vogliono vederti giocare e parlare della competizione".

Cristiano Ronaldo sui Mondiali di Qatar 2022 e le favorite

Sulle possibilità di vittoria del Portogallo, campione d'Europa nel 2016 in Francia, Cristiano Ronaldo ammette: "Abbiamo un potenziale enorme, ma dobbiamo pensare al Ghana e andare con calma. Da lì cresceremo. Se saremo la squadra migliore, arriveremo alla fine. La squadra campione sarà la migliore. Abbiamo giovani importanti, un bel mix. Brasile, Argentina, Francia sono quelli che hanno le migliori possibilità. Poi ci sono Spagna e Germania. Ma abbiamo già visto nel 2016 che siamo capaci di sorprenderci e di imporci”.

Mondiali 2022, vince il Portogallo? L’incredibile statistica, c’entra Cristiano Ronaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Ronaldo: "Parlo quando voglio. Alla mia età non devo dimostrare nulla"
2
Cristiano Ronaldo sui record personali