Inter, senti Zidane: "Ci sarà da soffrire, ma il Real vincerà"

Zizou, fiducioso nonostante le assenze, elogia Conte: "Era il mio capitano, un leader". Modric: "Io a Milano? Acqua passata"

Inter, senti Zidane: "Ci sarà da soffrire, ma il Real vincerà"© EFE

Come una finale. Anche Zinedine Zidane ha parlato in questi termini della sfida Champions di domani contro l'Inter di Antonio Conte: "Siamo preparati, conosciamo l'importanza della gara di domani - ha detto Zizou - Noi giochiamo sempre per vincere, non per perdere o pareggiare. Non sappiamo quello che succederà domani, l'importante è dare tutto in campo. È una finale, dovremo soffrire ma con la voglia di fare tre punti". Come Conte, anche l'allenatore del Real ha risposto alle critiche sui cali improvvisi della squadra, come quello che all'andata ha permesso all'Inter di recuperare due gol: "Contro l'Inter non è successo niente di quello che state dicendo, abbiamo attraversato difficoltà normali perché giocavamo contro un avversario forte. E col Villarreal eravamo 1-0 fino al 75'. Non sono fatalista, questo è il calcio: noi lavoriamo per migliorare, per non incassare gol e segnarne". Zidane ha anche parlato di Conte: "Era il mio capitano. Era un leader in campo e lo è ancora. Da allenatore ha la stessa mentalità che da giocatore".

Conte: "Per noi rappresenta una finale"
Guarda il video
Conte: "Per noi rappresenta una finale"

Assenze pesanti per i Blancos

È un Real Madrid in difficoltà quello che domani sera si presenterà a San Siro, senza molti giocatori e in piena involuzione. In campionato è quarto a sei punti dalla Real Sociedad capolista, in Champions proprio il successo contro l'Inter ha regalato aria fresca a un ambiente sotto pressione. Zidane non ha portato a Milano Sergio Ramos e Benzema, che si vanno ad aggiungere agli infortunati Valverde e Odriozola. Militao e Jovic, invece, sono positivi al Covid.  Zidane ha recuperato in extremis Casemiro, che però dovrebbe partire dalla panchina. L'assenza di Sergio Ramos, in particolare, oltre a essere pesante dal punto di vista tecnico, lo è anche per le statistiche, dal momento che nelle otto gare di Champions saltate da Ramos dal 2018 in poi, il Real ha ottenuto ben sette sconfitte e una sola vittoria, quella in trasferta contro il Bruges nell'ultima giornata del girone della scorsa edizione: "Conosciamo l'importanza di Sergio - ha chiosato Zizou - ma le statistiche vanno smentite. Ci sarebbe piaciuto averlo con noi, ma non e' stato possibile". Ultima battuta in chiave mercato: secondo alcune voci Inter e Real starebbero pensando a uno scambio per gennaio Eriksen-Isco, ma l'allenatore dei Blancos non ha voluto sentirne parlare: "Isco è con noi , non voglio entrare in questa questione. È un nostro giocatore fino a prova contraria. Siamo contenti di lui".

Lukaku trascina l'Inter di Conte! Rimonta clamorosa contro il Torino
Guarda la gallery
Lukaku trascina l'Inter di Conte! Rimonta clamorosa contro il Torino

Modric: "L'Inter rappresenta il passato"

"Quello che è successo nel 2018 è il passato e non ha senso parlarne. Sono felice al Real Madrid. Stanno parlando molto di me, ma vedremo cosa succederà in futuro". Così Luka Modric ha liquidato una domanda posta in conferenza circa il lungo corteggiamento nerazzurro. Poi, sulla partita: "Dobbiamo giocare come una squadra, stare insieme, aiutarci a vicenda in campo. Spero che saremo all'altezza. Mi sento bene e mi sento forte. Ho abbastanza forza nelle gambe per continuare. Ogni partita è complicata. Se non sei al top è difficile vincere le gare, soprattutto in Europa". Sull'assenza di Benzema: "Senza Karim dovremo dare tutti un po' di più e cercare di coprire la sua assenza nel modo migliore possibile".

Inter, corsa e sorrisi in vista del Real Madrid
Guarda il video
Inter, corsa e sorrisi in vista del Real Madrid

Inter, i migliori video

Commenti