Ronaldo, il retroscena esclusivo: Io sto benissimo qui!

In Spagna e in Portogallo è stato ipotizzato un addio in estate, ma CR7 vede solo la Juve

Ronaldo, il retroscena esclusivo: Io sto benissimo qui!© Marco Canoniero

TORINO - «Eu estou aqui», diceva Cristiano Ronaldo quest’estate e adesso aggiunge un «bem» che tradotto dal portoghese vale dire: «Io sto bene qui», con tanti saluti al gossip che lo voleva deluso, sconfortato e deciso a lasciare la Juventus a fine stagione, giudicandola una squadra non all’altezza del suo talento e pronto a rispondere yes a una fantomatica offerta del Manchester United che, dal suo entourage come dalla Juventus, non hanno mai visto. Così come non hanno mai visto il malumore di CR7, né hanno neppure la lontana sensazione che stia meditando un clamoroso passaggio a un altro club in estate. «Scemenze totali» è il messaggio che arriva praticamente da tutte le parti a cui si sottopone il ragionamento circolato in Spagna e in Portogallo dopo la sconfitta al Wanda Metropolitano.

Juventus vincente sul Bologna, la Joya dei giocatori! 
Guarda la gallery
Juventus vincente sul Bologna, la Joya dei giocatori! 

Che Ronaldo stia attraversando un momento difficile, come tutta la Juventus d’altronde, è palese e nessuno lo vuole nascondere, che questo possa avere delle conseguenze così drammatiche invece fa sorridere un po’ tutti. Nello spogliatoio lo hanno visto serenamente infuriato, ossimoro che descrive un campione alle prese con la scorbutica digestione di una sconfitta in Champions League, con l’aggravante di averla vissuta come un derby personale con i nemici spagnoli di sempre, ma nello stesso tempo fiducioso di poter giocare le proprie carte nella gara di ritorno e consapevole che il calcio porta con sé questi momenti.

Cristiano Ronaldo in azione con la maglia della Juventus

 

Da Ronaldo a Szczesny, la Juve si carica sui social: «Fino alla fine»
Guarda la gallery
Da Ronaldo a Szczesny, la Juve si carica sui social: «Fino alla fine»

Ne ha passati di momenti così, anche più difficili, fanno capire le persone vicine a lui, che evidentemente non hanno scordato il primo anno al Real con l’eliminazione agli ottavi di Champions o i fischi che piovevano al Bernabeu dai severissimi tifosi madridisti. Ronaldo è contento della Juventus e del suo essere famiglia, oltre che gruppo molto compatto e con uno spirito quasi militaresco. E’ contento di misurarsi con la realtà del calcio italiano ed è contento di provare a vincere la Champions League con la maglia della Juventus, entrando così nella storia più leggendaria del club. Altre squadre non le considera ed è il primo a credere nella remuntada del 12 marzo, quando farà di tutto per essere protagonista assoluto con gol e assist per ribaltare il 2-0 di Madrid.

Allegri: "Nessun campanello d'allarme"
Guarda il video
Allegri: "Nessun campanello d'allarme"

Juve, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti