Tuttosport.com

Dybala: "Da Iniesta a Pogba, ecco le mie maglie"

0

L'attaccante della Juve mostra la sua collezione privata e sceglie 4 divise in particolare: "Quella di Paul è speciale, spero di tornare a giocare con lui"

Dybala:
giovedì 7 maggio 2020

TORINO - "Come sapete, adoro collezionare maglie. Lo faccio da quando ho iniziato a giocare a calcio professionistico. Di recente ho pubblicato una foto sul mio Instagram con alcune delle mie divise. Lì le stavo organizzando, perché avevo appena iniziato a spacchettare le scatole. E volevo mostrarvi alcune di loro, in particolare quelle della Champions League, che sono molto speciali per me". Così Paulo Dybala ha deciso di presentare la sua grande collezione di maglie in un'intervista rilasciata al sito ufficiale della Uefa Champions League.

Dybala e la sua collezione di maglie

L'attaccante della Juve ne ha scelte 4 in particolare, tutte legate a dei momenti importanti legati alla sua esperienza nella massima competizione europea. Da Robben a Pogba, passando per Casillas e Iniesta, ecco per ciascuno di loro il motivo per il quale queste divise hanno un valore più importante delle altre per la Joya.

Arjen Robben

La divisa di Arjen Robben del Bayern Monaco è quella della sfida del 23 febbraio 2016, in occasione dei 16esimi d'andata tra la Juventus i bavaresi terminata 2-2: "Questa è una maglia molto speciale, perché è del giorno in cui ho segnato il mio primo gol in Champions League. Era contro il Bayern e contro un fantastico portiere, Neuer. È impossibile non scegliere questa, perché ho davvero ammirato Arjen Robben come giocatore. Come si è mosso in campo, le cose che ha fatto, come ha corso con la palla praticamente incollata ai suoi piedi... Solo pochi giocatori possono fare quello". Il racconto di Dybala è proseguito: "Per me è stata ovviamente un'indimenticabile partita di Champions League. Quel giorno abbiamo pareggiato 2-2 contro il Bayern, ovviamente, ma Guardiola è stato il loro allenatore. È stata una partita davvero dura perché, come tutti sappiamo, il Bayern giocava a calcio eccellente ed eravamo consapevoli della mossa tipica di Robben di accentrarsi per poi calciare sul palo lontano. Ma era così veloce che non potevamo fermarlo e ha segnato proprio in quel modo. Quindi è una maglia molto speciale".

Iker Casillas

Si passa alla maglia di Iker Casillas, quella del 14 marzo 2017, Juve-Porto 1-0 nei 16esimi di ritorno. Anche in questo caso arriva la spiegazione di Dybala: "Casillas è un incredibile portiere, come ho detto di Neuer. Probabilmente un'icona in quel ruolo, per il calcio e per la Spagna. Un po 'come Gigi Buffon qui in Italia. Sono stato in grado di segnare contro di lui. È stato su calcio di rigore, nella gara di ritorno dei sedicesimi di Champions League. E grazie a quel gol siamo passati ??al turno successivo. Dopo quello, ho avuto la possibilità di parlare con lui per un po' e abbiamo scambiato le magliette. Come nel caso del precedente, questa è una maglia molto speciale per ciò che Iker significa per il mondo del calcio".

Andrés Iniesta

Risale invece all'11 aprile 17 la maglia di Andrés Iniesta, che Dybala ha ottenuto dopo il 3-0 sul Barcellona all'Allianz Stadium: "È ovviamente impossibile dimenticare questa partita, perché non capita tutti i giorni di battere il Barcellona per 3-0 e di segnare. È davvero una delle partite che ricordo di più, indimenticabile. È successo quasi tre anni fa. Sono stato in grado di ottenere questa reliquia al termine del match, che in realtà è stato difficile e non semplice come potrebbe far pensare il risultato". La Joya continua così a parlare di quell'incontro: "Il Barça ha avuto le sue possibilità. Anche quando eravamo in vantaggio per 1-0, Iniesta si è trovato in una situazione uno contro uno davanti a Gigi, che ha fatto un salvataggio impossibile. E nel minuto successivo a quella parata abbiamo segnato il nostro secondo goal con 'Chiello'. Questo è stato l'incontro che ci ha permesso di arrivare in semifinale. Il Barcellona aveva appena vinto 6-1 contro il Psg con 'quel' ritorno. Quindi avevamo avuto i nostri dubbi in vista del ritorno e di cosa sarebbe potuto accadere, perché sapevamo come avrebbe potuto gioca al Camp Nou. Ma siamo andati bene anche lì. Quindi, tutta la mia ammirazione e rispetto per un giocatore incredibile, che sembrava molto più veloce con la palla che senza di essa. Questa è una delle magliette più importanti che ho".

Paul Pogba

Dulcis in fundo, la maglia dell'amico Paul Pogba, scambiata il 23 ottobre 18 all'Old Trafford, dopo la vittoria sul Manchester United per 1-0 nella fase a gironi: "Ovviamente non potevo trascurare una maglia come questa. Viene da Manchester, dal mio amico Paul, che ammiro come persona ancor più che come calciatore. Ho avuto la possibilità di condividere grandi cose con lui e spero di poterlo ripetere un giorno. Ma per quanto riguarda la partita, è stato indimenticabile giocare in uno stadio come l'Old Trafford, uno dei più importanti del mondo. Senti l'atmosfera nell'aria e la inspiri". Dybala ha approfondito anche in questo caso i ricordi di quella gara: "Giocavano con José Mourinho, uno dei manager di maggior successo nella storia in termini di successi. Non è stata una partita facile. Abbiamo vinto 1-0 con un gol segnato, anche se sono stato un po' fortunato perché la palla ha rimbalzato davanti a me molto vicino alla porta. Segnare e vincere una gara in quel modo lo rende ancora più dolce e poter scambiare la maglia con il tuo amico è una delle cose più belle che puoi fare nel calcio".

Dybala Pogba Iniesta juve

Caricamento...

La Prima Pagina