Tuttosport.com

Milik "gioca" già per la Juve

0

Il no al rinnovo con il Napoli favorisce Paratici. Jimenez la prima alternativa

Milik
Milik. Possibili contropartite: Romero, Rugani, Bernardeschi© Marco Canoniero
 Sergio Baldini domenica 24 maggio 2020

TORINO - Sarà lunga, la trattativa per portare Arkadiusz Milik alla Juventus trovando un punto d’incontro tra la richiesta di 40-50 milioni del Napoli e l’offerta bianconera di uno scambio, senza contanti di mezzo. Lunga e difficile, perché la distanza è molta e l’interlocutore, Aurelio De Laurentiis, ostico. Però Fabio Paratici può contare sull'aiuto del polacco, indiretto quanto prezioso. Convinto Dries Mertens, che sembrava pronto a passare all’Inter al termine della stagione da svincolato, a rinnovare il contratto in scadenza al 30 giugno, il Napoli non è infatti riuscito a fare altrettanto con Milik, il cui legame con il club partenopeo scadrà invece nel 2021. Una scelta che il ventiseienne centravanti fa nel proprio interesse, ma che fa anche il gioco della società bianconera e delle altre interessate a lui. E’ chiaro che con il passare del tempo sarà più complicato per la società azzurra restare rigida sulla propria richiesta, a meno di non convincere Milik a rinnovare. Una mancata cessione senza firma su un prolungamento si tradurrebbe infatti nella sua partenza da svincolato tra un anno. Ecco perché la Juventus conta di trovare la strada attraverso uno scambio: con due tra Romero (che rientrerà alla Juventus dal prestito al Genoa), Mandragora (che la Juventus può riacquistare per 26 milioni dall’Udinese ma che potrebbe entrare anche nell’operazione Chiesa) e Luca Pellegrini (che tornerà dal prestito al Cagliari) il Napoli si garantirebbe una valutazione di Milik attorno ai 50 milioni e dunque un’importante plusvalenza. Il rischio per la società bianconera è che un club straniero accontenti pienamente De Laurentiis e ottenga il sì di Milik. Rischio ovviamente calcolato (come quello che il patron del Napoli tenga duro sulla sua posizione a costo di perdere Milik a zero tra un anno), tanto che il polacco è l’obiettivo più vicino, ma non l’unico. Negli ultimi giorni ha preso quota Raul Jimenez del Wolverhampton, ventinovenne messicano esploso in  questa stagione. Valutazione simile, forse anche più alta e soprattutto un contratto che scadrà nel 2023, dunque niente posizione favorevole in una trattativa. La disponibilità economica del club inglese potrebbe consentire l’inserimento anche di contropartite tecniche dall’ingaggio più alto di quelle proposte al Napoli, ma se i Wolves non si qualificassero alla prossima Champions diventerebbe difficile convincere uno degli attuali bianconeri a vestire la loro maglia. Sullo sfondo, infine, resta sempre Mauro Icardi. Alle cifre fissate per il riscatto da parte del Paris Saint-Germain un suo successivo passaggio in bianconero resta molto complicato. Ma a seconda dello sconto che Leonardo riuscisse a ottenere il suo nome potrebbe tornare in auge. 

Caricamento...

La Prima Pagina