Juve-Allegri: basta. Si metta fine a questo strazio

Il 4 agosto a Villar Perosa, il patron disse: "Vogliamo una squadra all'altezza del suo passato". Allegri e la Juve non l'hanno ascoltato: alle due sole vittorie in campionato, si aggiungono le due sconfitte consecutive nelle prime due partite del girone di Champions, evento senza precedenti nella storia bianconera. Squadra senza gioco, senza qualità, senz'anima. Urge la svolta.
Juve-Allegri: basta. Si metta fine a questo strazio© Juventus FC via Getty Images

Villar Perosa, 4 agosto 2022. John Elkann dixit: ‘Vogliamo una Juve all’altezza del suo passato’. La Juve non ha ascoltato il suo patron che nel 2023 celebrerà i 100 anni degli Agnelli al timone del club, primato mondiale di fedeltà; Elkann che negli ultimi due anni e mezzo ha iniettato 700 milioni di euro nelle casse societarie. Torino, 14 settembre 2022, Juve-Benfica 1-2; seconda sconfitta consecutiva nel girone eliminatorio di Champions, mai successo prima; due sole vittorie nelle prime sei giornate di campionato; una squadra senza gioco, senza identità, senza personalità, totalmente allo sbando, nonostante una campagna acquisti concepita e realizzata per esaudire tutte le richieste del tecnico, a metà settembre già virtualmente fuori dagli ottavi di Champions, poiché non è pensabile che Psg e Benfica, 6 punti in 2 gare, buttino la qualificazione alle ortiche. I tifosi sono stati chiari: ieri sera allo Stadium, che peraltro ha registrato vistosi, significativi vuoti sugli spalti e in queste ore sui social, dove si mescolano rabbia, protesta, delusione. Così la Juve non può andare avanti. Caro Elkann, metta fine a questo strazio.

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Juve, i migliori video

Commenti

Loading...