Villar Perosa salta: ecco perché. Ma la Juventus porta tutti allo Stadium

Difficoltà logistiche alla base della scelta della società, la più dura nel centenario della proprietà Agnelli. Il 9 agosto allenamento aperto
Villar Perosa salta: ecco perché. Ma la Juventus porta tutti allo Stadium© Juventus FC via Getty Images

Il viaggio nel tempo a tinte bianconere quest’anno non ci sarà. Non si giocherà la tradizionale partita tra prima e seconda squadra della Juventus a Villar Perosa, feudo della famiglia Agnelli in Val Chisone. Un appuntamento che ogni estate sembra fermare il tempo e riportarlo anzi indietro per un giorno, un giorno in cui sembra di tornare come minimo agli anni Novanta, quando il calcio d’estate signifi cava, anche per i grandi club come la Juve, aria di montagna, stand che vendono salsicce e partite con avversari di livello inferiore.

Un viaggio nel tempo annullato per quest’anno, decisione nell’aria da tempo e confermata ieri, per il rammarico di tanti tifosi. Lo ha fatto capire la Juventus pubblicando sul proprio sito il programma degli eventi di questo inizio di stagione, in cui il club celebrerà il centenario della proprietà della famiglia Agnelli, eventi tra i quali non compare l’amichevole di Villar Perosa. Lo ha ufficializzato il sindaco del paese della Val Chisone, Marco Ventre, con un post su facebook: «Con grande rammarico e dispiacere sono stato informato stamattina dalla società F.C. Juventus della decisione unilaterale di non mettere in programma il consueto vernissage a Villar Perosa. Avremmo voluto ricordare e festeggiare i 100 anni di proprietà della famiglia Agnelli con una grande festa di sport e del popolo juventino. Spero che nel libro della nostra storia questa sia l’unica pagina bianca a cui seguiranno pagine di festa, colore e vera tradizione bianconera».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'amichevole di Villar Perosa salta: ecco perché

Tornare a scrivere a Villar Perosa una delle pagine della storia della Juventus è anche intenzione della società bianconerta e di John Elkann in primis, che a Villar andava da bambino assieme a nonno Gianni e al resto della famiglia e che a questa tradizione tiene molto. Perché allora quest’anno la partita non ci sarà, culmine di un periodo recente diffi coltoso, tra i forfait obbligati dal Covid nel 2020 e nel 2021 e le polemiche sul prezzo dei biglietti l’anno scorso (da 34,50 e 57,50 euro), che avevano dimezzato il pubblico sugli spalti, da 5000 a 2500? Il trascorrere del tempo è uno dei fattori. Lo stesso caro biglietti (gestiti dall’Associazione sportiva Villar Perosa che organizza la manifestazione), aveva spiegato il sindaco l’anno scorso, era legato all’aumento dei costi necessari a organizzare un evento di portata simile, in cui nel paese arrivava un numero di tifosi più alto di quello dei residenti (circa 4000), nel pieno rispetto di norme di sicurezza di anno in anno più accurate e più rigide. Una massa di persone sempre in aumento e la cui gestione è sempre più complicata. Al fattore logistico generale si è poi aggiunto quello privato della famiglia Agnelli. La villa di Villar Perosa dove la famiglia riceveva la squadra è al momento nella disponibilità di Margherita, figlia dell’Avvocato e madre di John, Lapo e Ginevra Elkann, i cui rapporti tesi con la famiglia hanno generato l’impossibilità di ritrovarsi nella sede storica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il 9 agosto si apriranno le porte dello Stadium

L’appuntamento mancato di Villar Perosa non significa però che la Juventus intende sottrarsi all’abbraccio dei tifosi. Anzi, proprio la volontà di coinvolgerne un numero maggiore, in un anno così speciale, è un altro dei fattori che hanno contribuito alla decisione: «Prima data da cerchiare in rosso sul calendario il 9 agosto 2023 - si legge sul sito bianconero -, giorno in cui le porte dell’Allianz Stadium si apriranno a tutti gratuitamente per assistere a un allenamento della Prima Squadra». Probabilmente con tanto di partita, una sorta di trasferimento di Villar Perosa allo Stadium. Allenamento aperto che non sarà l’ultimo e sarà seguito da altre occasioni di contatto con la squadra, fino a «un grande evento spettacolare in autunno a Torino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il viaggio nel tempo a tinte bianconere quest’anno non ci sarà. Non si giocherà la tradizionale partita tra prima e seconda squadra della Juventus a Villar Perosa, feudo della famiglia Agnelli in Val Chisone. Un appuntamento che ogni estate sembra fermare il tempo e riportarlo anzi indietro per un giorno, un giorno in cui sembra di tornare come minimo agli anni Novanta, quando il calcio d’estate signifi cava, anche per i grandi club come la Juve, aria di montagna, stand che vendono salsicce e partite con avversari di livello inferiore.

Un viaggio nel tempo annullato per quest’anno, decisione nell’aria da tempo e confermata ieri, per il rammarico di tanti tifosi. Lo ha fatto capire la Juventus pubblicando sul proprio sito il programma degli eventi di questo inizio di stagione, in cui il club celebrerà il centenario della proprietà della famiglia Agnelli, eventi tra i quali non compare l’amichevole di Villar Perosa. Lo ha ufficializzato il sindaco del paese della Val Chisone, Marco Ventre, con un post su facebook: «Con grande rammarico e dispiacere sono stato informato stamattina dalla società F.C. Juventus della decisione unilaterale di non mettere in programma il consueto vernissage a Villar Perosa. Avremmo voluto ricordare e festeggiare i 100 anni di proprietà della famiglia Agnelli con una grande festa di sport e del popolo juventino. Spero che nel libro della nostra storia questa sia l’unica pagina bianca a cui seguiranno pagine di festa, colore e vera tradizione bianconera».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Villar Perosa salta: ecco perché. Ma la Juventus porta tutti allo Stadium
2
L'amichevole di Villar Perosa salta: ecco perché
3
Il 9 agosto si apriranno le porte dello Stadium

Juve, i migliori video