Juric, conferenza Juve-Toro: "Mi disturba una cosa. Difesa? Non ho soluzioni"

Le parole del tecnico granata alla vigilia del derby della Mole: "Anche a noi mancano giocatori"
Juric, conferenza Juve-Toro: "Mi disturba una cosa. Difesa? Non ho soluzioni"© LAPRESSE

"Ci vuole tutto, ultimamente con loro abbiamo fatto grandi partite perse anche per calci piazzati. La differenza di fisicità è enorme. Bisogna giocare bene ed essere tosti sulle palle ferme. Tameze giocherà da terzo in difesa perché non abbiamo altre soluzioni. Come bisogna giocare domani? Servirà giocare veloce, rapido, non c’è tempo da perdere, bisogna fare azioni veloci”. Così il tecnico granata, Ivan Juric, alla vigilia della stracittadina contro la Juventus. L'allenatore del Torino ha aggiunto: "Non ci sono Chiesa e Vlahovic, è un vantaggio? Kean, Milik e altri hanno sufficiente qualità. E poi anche a noi mancano giocatori. Sicuramente poi nei derby la qualità non è l’unica cosa che serve. Derby? Non vinciamo mai e questa cosa mi disturba tanto. Vorrei cambiare sicuramente questo andamento. C’è una squadra forte e l’altra di meno. A Genova c’è molto più equilibrio. Anche se devo dire che gli ultimi nostri derby sono stati equilibrati e decisi da palla inattiva”.

Juric in conferenza stampa

"L’assenza di Vlahovic e Chiesa può essere fonte di distrazione? Sarebbe una follia visto quanto ci manca la vittoria. Io penso in generale che per fare 53 punti dobbiamo essere al top nella mentalità e nella voglia. Non vedo il fanatismo che mi piace. Il nostro concetto di lavoro comprende anche il recuperare giocatori che in altri posti non hanno reso al massimo, dandogli attenzione e amore. Lo abbiamo fatto con giocatori come Taarabt, inguardabile in altri posti, mentre noi lo abbiamo cambiato ed è poi andato al Benfica a fare quattro anni di alto livello. Qui invece vedo cose diverse. Avevo in testa un Sanabria, ma ora c’è un Sanabria in concorrenza che dà un po’ di meno. Evidentemente noi abbiamo sbagliato certe cose” ha aggiunto Juric.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Juric sul contratto e sugli infortunati

Poi, sul contratto: “I contratti sono una garanzia per l’allenatore, nel senso che se ti esonerano sei comunque tranquillo. Per il resto io vivo di emozioni. Il contratto in scadenza è una situazione che la penalizza? Può essere, ma mi auguro di no. Non credo che sia questo, però. Credo ci sia un gruppo di venti giocatori con tante situazioni. Questa cosa non influisce tanto, influisce di più come sei. Ho sbagliato nella valutazione di certe situazioni. Compresa la situazione degli infortuni, vedi Djidji e Zima, ma anche Soppy, che si è fatto male dove si era già fatto male a Bergamo rimanendo fermo tre mesi. A volte le cose possono andare bene o male, a noi sono andate tutte male. Poi ci sono altre cose che pensavo di avere saldamente in mano, invece devo fare tre passi indietro e riprenderle”. Su Cairo: "In questo momento, se guardiamo le partite nostre, ci aspettavamo qualcosa di più. Tutti quanti. Io per primo, da certi giocatori. Magari un presidente delle volte ti chiama e ti chiede spiegazioni, anche solo per curiosità, come fate voi. Lui devo dire che non mi chiama. Non mi chiede nulla e per me è fantastico”.

Su Radonjic, Sanabria e Zapata

Su Radonjic: "Cosa è successo con Radonjic? Non lo so. Non è Taarabt. Taarabt aveva dieci chili in più, abbiamo avuto scontri pazzeschi, l’ho mandato via un mese. Alla fine è arrivato per le ultime cinque partite ma l’ho rimandato via. L’anno dopo si è presentato con dieci chili in meno, mi ha abbracciato, mi ha chiesto di dargli un’altra occasione”. Su Zapata e Sanabria: "Zapata e Sanabria insieme? A Sanabria voglio bene ma vorrei avesse l’atteggiamento che aveva quando giocava sempre. Comunque per questa partita, contro una difesa a tre, preferisco giocare a una punta. Dopo la sosta poi possiamo pensare di fare qualcosa di diverso come assetto del gioco. Zapata si allena sempre bene. Ogni volta gli togliamo qualcosina, ma non posso dire di gestirlo diversamente rispetto ad altri. L’unica volta che ha riposato un po’ di più era dopo una partita in cui ha accusato qualche problemino, mi sembra dopo Salerno, quando poi c’era un’altra partita da giocare. Dopo quella situazione, si è sempre allenato con la squadra e con grandissima disponibilità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

"Ci vuole tutto, ultimamente con loro abbiamo fatto grandi partite perse anche per calci piazzati. La differenza di fisicità è enorme. Bisogna giocare bene ed essere tosti sulle palle ferme. Tameze giocherà da terzo in difesa perché non abbiamo altre soluzioni. Come bisogna giocare domani? Servirà giocare veloce, rapido, non c’è tempo da perdere, bisogna fare azioni veloci”. Così il tecnico granata, Ivan Juric, alla vigilia della stracittadina contro la Juventus. L'allenatore del Torino ha aggiunto: "Non ci sono Chiesa e Vlahovic, è un vantaggio? Kean, Milik e altri hanno sufficiente qualità. E poi anche a noi mancano giocatori. Sicuramente poi nei derby la qualità non è l’unica cosa che serve. Derby? Non vinciamo mai e questa cosa mi disturba tanto. Vorrei cambiare sicuramente questo andamento. C’è una squadra forte e l’altra di meno. A Genova c’è molto più equilibrio. Anche se devo dire che gli ultimi nostri derby sono stati equilibrati e decisi da palla inattiva”.

Juric in conferenza stampa

"L’assenza di Vlahovic e Chiesa può essere fonte di distrazione? Sarebbe una follia visto quanto ci manca la vittoria. Io penso in generale che per fare 53 punti dobbiamo essere al top nella mentalità e nella voglia. Non vedo il fanatismo che mi piace. Il nostro concetto di lavoro comprende anche il recuperare giocatori che in altri posti non hanno reso al massimo, dandogli attenzione e amore. Lo abbiamo fatto con giocatori come Taarabt, inguardabile in altri posti, mentre noi lo abbiamo cambiato ed è poi andato al Benfica a fare quattro anni di alto livello. Qui invece vedo cose diverse. Avevo in testa un Sanabria, ma ora c’è un Sanabria in concorrenza che dà un po’ di meno. Evidentemente noi abbiamo sbagliato certe cose” ha aggiunto Juric.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Juric, conferenza Juve-Toro: "Mi disturba una cosa. Difesa? Non ho soluzioni"
2
Juric sul contratto e sugli infortunati