F1, Russell: "C'era ritmo venerdì, in gara no. Dobbiamo capire perché"

Il giovane pilota della Mercedes ha chiuso ancora davanti a Hamilton, ma la sua gara è stata piena di insidie

F1, Russell: "C'era ritmo venerdì, in gara no. Dobbiamo capire perché"© EPA

ROMA - Il Gran Premio di Miamivede la Mercedes avvicinarsi al podio, ma rimanerne ancora una volta fuori. George Russell e Lewis Hamilton, arrivati quinto e sesto ieri al traguardo, confermano il terzo posto costruttori della casa di Stoccarda in Formula 1. Il nuovo acquisto della squadra di Toto Wolff ha parlato così al termine della gara: “Penso che siamo stati fortunati durante la corsa - le sue parole riportate da "Motorsport.com" -. Quando succedono queste cose sembri quasi un genio, ma non è la realtà. La nostra è stata una domenica in difesa”.

Le parole di Russell

Non abbiamo ancora mostrato il ritmo che abbiamo messo in pista nelle prove libere di venerdì. Dobbiamo capire - ha aggiunto Russell - il perché di questa situazione. Il lungo del'Alfa Romeo di Valtteri Bottas ha aperto nella fase finale della gara la lotta con Lewis Hamilton, dove l'ha spuntata il 24enne, che conclude dicendo: "Quando corri per la posizione contro un tuo compagno, devi lasciare un po’ più di spazio. Però è stato elettrizzante".

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...