Mercedes, Wolff: "Eravamo più veloci di Verstappen e Sainz"

La Mercedes prova a uscire dalla terra di nessuno dietro Ferrari e Red Bull. Il team principal: "Continuare a lavorare"
Mercedes, Wolff: "Eravamo più veloci di Verstappen e Sainz"© EPA

ROMA - Toto Wolff può respirare. La Mercedes al Gran Premio del Canada, nono weekend di Formula 1, raccoglie un altro podio con Lewis Hamilton, davanti a un sempre più costante George Russell. "Oggi - dice l'austriaco a "Sky Sports" - avevamo un certo ritmo ed abbiamo utilizzato diversi livelli di resistenza aerodinamica. Russell ha optato per un maggior carico sotto la pioggia di sabato, ma poteva comunque sorpassare perché era efficace in frenata al tornatino. Hamilton, invece, aveva un’ala più scarica, e con il nuovo asfalto ha sofferto meno la rigidità dell’auto". Forse però le Frecce d'argento potevano ambire a qualcosa in più.

Per lo sviluppo

Il manager viennese, infatti, aggiunge: "Prima della Safety Car, eravamo più veloci di Sainz e Verstappen. Ma si è trattato di pochi giri. Non credo che siamo tornati indietro, ma dobbiamo continuare a lavorare sulla macchina. L’avevamo molto bassa a terra, e questo non va ancora bene. Dobbiamo sviluppare la monoposto in una finestra diversa da quella che avevamo. Abbiamo individuato una direzione di sviluppo, ma il problema è nostro e spetta a noi risolverlo". Un nuovo corso dunque per la Mercedes, che pare aver trovato il bandolo della matassa per costruire una vettura più performante e andare alla caccia della prima vittoria del 2022.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...