Arrestata la banda di ladri che rubò l'orologio da 2 milioni a Charles Leclerc

I criminali agirono confondendosi con la folla durante le festività pasquali del 2022, quando il monegasco era in vacanza a Viareggio
Arrestata la banda di ladri che rubò l'orologio da 2 milioni a Charles Leclerc

A distanza di circa un anno, la banda di ladri che ha rapinato Charles Leclerc a Viareggio durante la serata di Pasquetta del 2022 è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della città toscana, supportati da militari del Comando Provinciale di Napoli, di Caserta e di Milano. L'indagine, durata vari mesi, ha permesso di ricostruire la vicenda e risalire ai rapinatori, che hanno compiuto una serie di colpi. Il pilota sarebbe stato prima pedinato da Forte dei Marmi a Viaregio, poi i criminali si sarebbero dileguati verso Napoli, dove sono stati arrestati.

La banda tra i fan di Ferrari

Il monegasco aveva trascorso la Pasquetta in Versilia insieme al suo preparatore atletico e come era facile immaginare una folla acclamante di persone lo aveva circondato chiedendo di potersi scattare foto insieme a lui. Proprio in quel momento, due malviventi si sarebbero avvicinati al pilota e con eccellente scaltrezza avrebbero slacciato il cinturino del suo orologio per poi fuggire via. L'accessorio è un Richard Mille 67-02 personalizzato con la bandiera del Principato di Monaco, dal valore che si aggira intorno ai 2 milioni di euro. Un colpo enorme per questa banda di malviventi che dopo 12 mesi pensava di averla fatta franca e invece oggi si ritrova dietro le sbarre a mani vuote e con una condanna per furto non proprio ai danni di una persona qualsiasi.

F1 Ferrari, fiducia Leclerc: "Presto novità per raggiungere Red Bull"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...