Tuttosport.com

Volley: A1 Femminile, Conegliano trema ma supera Firenze al tie break
0

Volley: A1 Femminile, Conegliano trema ma supera Firenze al tie break

Dopo cinque tiratissimi set la capolista riesce a superare l'indomita formazione di Caprara. Le ragazze di Santarelli rinforzano il primato, le toscane sono ora ad un punto dai Play Off. Finisce 3-2 (25-16 24-26 25-20 19-25 15-8) 

domenica 10 marzo 2019

TREVISO- Un Il Bisonte Firenze in forma come nelle ultime uscite impegna per cinque set l'Imoco Conegliano che, nell'anticipo della 10a di ritorno, riesce a spuntarla solo al tie break in virtù della panchina più ampia e competitiva che ha fatto la differenza, complice il leggero calo fisico delle toscane nella decisiva quinta partita. Le pantere comunque inanellano la decima vittoria consecutiva e consolidano il primato mentre la formazione di Parisi muovono la classifica ed ora sono ad un solo punto dalla matematica certezza di giocare i Play Off.

LA CRONACA DEL MATCH- 

Il primo set comincia in equilibrio, con qualche errore di troppo in attacco da parte di entrambe le squadre e le difese in evidenza. Il primo allungo è di Conegliano con Hill (6 punti nel set) e Sylla dopo un paio di difese-monstre di De Gennaro. L’Imoco continua a difendere tutti i palloni costringendo a qualche errore di troppo le toscane che soccombono fino al 25-16 finale.

Nel secondo set va a segno Fabris che trova il primo punto dopo un primo parziale all’asciutto, suo il 3-2. Ma le battute di Sorokaite fanno male e Il Bisonte vola in vantaggio fino al +3 (3-6). L’Imoco trova i punti di Hill e Fabris, pareggia 10-10 e sorpassa con l’ace di una Folie ottima in battuta. Da lì le Pantere sembrano poter prendere in mano il set (17-13, poi 19-15). Ma con una squadra tenace come Firenze non si può mai stare tranquilli, i muri di Alberti e Popovic e un paio di errori della squadra di casa riaprono il match. Parziale di 4-0 del Bisonte con la stoccata di Sorokaite, Sam Fabris rimette avanti le Pantere (20-19), ma non basta. Si fa vedere Lippmann (anche la bomber tedesca oggi sottotono, chiuderà con il 28%) con buoni attacchi mentre entrano Lowe e Bechis per il doppio cambio. Hill annulla un set point sul 23-24, ma Il Bisonte con grinta difende bene e chiude 24-26.

Nel terzo set l’Imoco scappa via presto con gli attacchi di una Fabris rinfancata e i muri provvidenziali di Anna Danesi (5 nel match!): 9-5, poi 12-6 la progressione delle Pantere che hanno inserito De Kruijf per Folie nello scacchiere. Miriam Sylla si mostra in forma smagliante (uscirà a fine quarto set per un fastidio muscolare, sembra niente di grave per l’azzurra), la sua energia in difesa e i suoi colpi d’attacco (15 punti alla fine) danno linfa all’attacco di casa, che cresce nelle percentuali e trova anche buone soluzioni sull’asse Wolosz-De Kruijf per la fuga 17-11. Ma la squadra di coach Caprara ha ancora tanta energia e con le battute di Sorokaite e un muro di Daalerop si rifà sotto fino al -1 (19-18). Dopo una serie di pericolose sbavature, l’attacco gialloblù riprende a marciare fluido con Fabris e De Kruijf che danno ossigeno al tabellone (22-18). Chiude Kim Hill con un bel mani e fuori per il 25-20 finale.

Quarto set con Il Bisonte sempre avanti fin dal 2-5 iniziale. Ora è Sorokaite contro tutti, e la schiacciatrice azzurra (8 punti nel set) con una prestazione da leader respinge al mittente tutti i tentativi di rimonta delle Pantere, mentre coach Santarelli ruota un po’ tutte le sue effettive, anche per tenere in ritmo la squadra in prospettiva dell’impegno in Champions League di mercoledì con l’Eczacibasi.
Danesi con i muri, Moki De Gennaro (MVP del match, 72% in ricezione) e Sylla con le difese cercano di riportare sotto l’Imoco fino al 16-18, ma Dijkema trova risposte positive anche da Popovic che al centro è un’ottima opzione, buona alternativa alle bombe di Sorokaite (25 punti alla fine). Nemmeno il doppio cambio con Lowe e Bechis, o l’inserimento di Fersino e Tirozzi in seconda linea hanno effetto. Il Bisonte chiude 19-25 e manda il match al tie break.

Quinto set poco più di una formalità per l’Imoco che parte subito avanti 3-0 con due aces al fulmicotone di Fabris (17 punti) che spianano la strada, mentre ci sono in campo Folie per Danesi e Tirozzi per Sylla tenuta a riposo precauzionale. Kim Hill continua la sua serata positiva (17 punti, 80% in ricezione) e non sbaglia un colpo, suo l’ace del 12-4 che affossa le residue chanches di Firenze per imbastire l’ennesima rimonta. De Gradi e compagne ci provano ancora, risalgono fino al 12-7, ma De Kruijf (9 punti, 63% in attacco e 2 muri) chiude la pratica con muro e fast vincente per il 15-8 che regala alle Pantere la decima vittoria consecutiva. Visti i ko a Chieri di Novara e di Scandicci a Cuneo (prossima trasferta di campionato sabato per l’Imoco), Conegliano rinsalda il suo primato con 7 punti ora di vantaggio su Novara che è seconda. 

I PROTAGONISTI-

Indre Sorokaite (Il Bisonte Firenze) – « Siamo cresciute tanto dall’inizio del campionato e stiamo continuando a farlo, e stasera credo che lo abbiamo dimostrato in campo: anche quando le cose vanno male non molliamo, e questo è un valore aggiunto che sicuramente nei play off conterà. Peccato solo per qualche errore stupido di troppo, che contro le grandi squadre come l’Imoco fa la differenza: dobbiamo essere più ciniche, ma piano piano sono convinta che ci arriveremo, e intanto sono fiera della mia squadra che ha conquistato un punto d’oro. Mi piace l’equilibrio che abbiamo raggiunto, perché non andiamo in panico nelle difficoltà: abbiamo un gran gruppo e lo stiamo dimostrando ».

IL TABELLINO-

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IL BISONTE FIRENZE 3-2 (25-16 24-26 25-20 19-25 15-8)  

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Wolosz 1, Sylla 15, Folie 6, Fabris 17, Hill 17, Danesi 8, De Gennaro (L), De Kruijf 9, Lowe 3, Tirozzi 2, Fersino, Bechis. Non entrate: Moretto. All. Santarelli.

IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 25, Popovic 6, Lippmann 11, Daalderop 13, Alberti 6, Dijkema 3, Parrocchiale (L), Degradi 2, Candi, Bonciani. Non entrate: Venturi, Malesevic, Santana. All. Caprara.

ARBITRI: Canessa, Luciani.

NOTE – Spettatori: 3730, Durata set: 26′, 29′, 27′, 28′ , 17′ ; Tot: 127′

A1 femminile Imoco Il Bisonte santarelli Fabris Caprara Sorokaite

Commenti