Morata, gioia Atletico: Real, Juve e record da battere, previsione Simeone

La doppietta contro il Celtic in Champions League, i numeri stagionali e le parole del tecnico argentino: la crescita di Alvaro a Madrid
Morata, gioia Atletico: Real, Juve e record da battere, previsione Simeone© Getty Images

Questione di maturità o semplicemente questione di stimoli. La stagione di Alvaro Morata è iniziata con il piede sull'acceleratore in termini di prestazioni e di gol. Una continuità mai avuta in carriera e nemmeno a metà stagione lo ha portato a essere vicinissimo ai suoi record personali. In tutto questo è stato bravo Simeone a continuare a credere in lui nonostante le voci di mercato estive lo vedevano accostato a un ritorno in Italia, tra Inter e Juventus. Ma è stato proprio l'allenatore a togliere ogni dubbio e a convincere la società e il ragazzo a tenerselo stretto. Il motivo? Semplice, Alvaro è stato ed è funzionale per il gioco sviluppato dal Cholito. E poi "qui è in una situazione ideale e può fare bene" ha detto in una delle tante interviste estive in merito al futuro di Morata. Cresciuto nel Real, passato alla Juve ed è diventato grande con l'Atletico, dove si è trasformato in idolo dei tifosi sia dentro e sia fuori dal campo con gesti davvero bellissimi, come quello verso Maria. Semplicità abbinata a tanta concretezza e libertà, di agire e muoversi, proprio come può fare in campo. "Deve battere qui i suoi record" ha predetto il tecnico argentino sul suo attaccante e per il momento ha mantenuto le premesse. 

Morata, Juve-Real e la voglia di record

Dodici gol stagionali in appena quattordici presenze con la maglia dell'Atletico Madrid, sedici centri aggiungendo anche le 4 firmate con la Spagna nei gironi di qualificazione ai prossimi Europei. Numeri impressionanti per Alvaro Morata, gli ultimi segnati nel tennistico 6 a 0 con cui i Colchoneros hanno superato il Celtic in Champions League al Wanda Metropolitano. Due reti: la prima da rapace d'area in scivolata sotto porta per un tap in facile facile, il secondo con un mancino potente sotto la traversa dal limite dell'area. Gol tanto diversi che hanno confermato la sua importanza nel gioco dell'Atletico: bravo a inserirsi, capace di giocare per la squadra, rifinitore e ottimo nei suoi movimenti per liberare spazi per i compagni. Per ritrovare numeri simili di Morata bisogna riavvolgere il nastro. Sì, perché in due occasione ha segnato ben 20 reti in una singola stagione: nel suo ritorno al Real Madrid nel 2016-17 e in quello alla Juventus nel 2020-21. Queste le due annate più prolifiche a cui Alvaro sta guardando per volersi superare e registrare un nuovo record. In fondo anche Simeone, in estate, l'ha detto: "Magari 18 gol..." e chissà che non possano essere anche di più. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...