Italia, Bertolini: "Vogliamo proporre un gioco offensivo". E su Girelli...

La Ct ha parlato in conferenza stampa assieme a Elena Linari alla vigilia della sfida contro il Sud Africa, l'ultima del girone ai Mondiali
Italia, Bertolini: "Vogliamo proporre un gioco offensivo". E su Girelli...© AFP

L'Italia femminile è attesa da una partita fondamentale, quella contro il Sud Africa valida per la terza e ultima giornata del girone G del Mondiale. Dopo il trasferimento da Auckland a Wllington in Nuova Zelanda le azzurre si sono ritrovate sul campo per preparare la sfida contro le africane. 

Dopo il 5 a 0 subito contro la Svezia per la formazione allenata dalla Ct Bertolini è fondamentale trovare un risultato positivo per raggiungere gli ottavi di finale della competizione. Con una vittoria o un pari le azzurre avranno la certezza di qualificarsi. Diversi i dubbi di formazione per la Ct, soprattutto Salvai che ha accusato qualche acciacco dopo la sfida contro la Svezia, ma in conferenza non ha voluto dare indizi sul possibile undici. Alla vigilia della sfida contro il Sud Africa hanno parlato sia lei che Elena Linari

Italia, conferenza Bertolini

Milena Bertolini ha parlato della prossima sfida: "Domani sarà una partita da dentro o fuori e l'aspetto della tensione sarà importante e la farà da padrone contro il Sud Africa. Contro la Svezia ci è mancata la tenuta mentale ma stiamo lavorando per questo e sarà esperienza per la prossima partita. L'abbiamo analizzata a fondo e siamo ripartiti da quelli positivi che sono tanti e sono la nostra forza. Dovremo essere determinante sapendo che sarà una battaglia e vogliamo passare il turno, perché è un risultato su cui stiamo lavorando da tempo". Sull'esperienza della squadra: "La formazione che ho fatto è una squadra giovane ma c'erano anche giocatrici esperte in termini d'esperienza di gioco in Nazionale. Indipendentemente dalle scelte che farò le ragazze che hanno giocato contro la Svezia possono portare dentro la partita la loro esperienza". 

Sul modo di giocare: "Noi stiamo provando a proporre un gioco offensivo con un gioco estetico bello fatto di valori e con dentro un aspetto tecnico importante. Non vogliamo essere passive contro gli avversari e dovremo lavorare sull'equilibrio, ma la strada credo sia questa. Abbiamo avuto difficoltà negli ultimi metri nel riempire l'area. Le nostre giocatrici sono brave nell'attacco della profondità e sono convinta che si sbloccheranno perché stanno lavorando tanto per la squadra, arriverà anche il gol da parte loro". Infine sui singoli: "Girelli? E' una giocatrice importante e la sua esperienza ci tornerà molto utile. Il gruppo fisicamente sta bene, ma dopo una partita così è normale tornare con acciacchi vari. Durante ha preso una botta alla mano, ma sta bene e si è allenata dopo tutti i controlli del caso".

Italia, conferenza Linari

Assieme alla Ct ha parlato anche la centrale dell'Italia, Elena Linari: "Sicruamente non è stato facile digerire la sconfitta contro la Svezia, ma allo stesso tempo dobbiamo ripartire e farlo da squadra. Dopo i cinque gol non ho dormito. Non è facile ma abbiamo analizzato gli errori e cercato di lavorare su quelli. Dopo il primo gol ci siamo disunite. Domani sarà una finale e dovremo dare il tutto per tutto per ottenere il miglior risultato. Metteremo in campo tutto il nostro cuore. Abbiamo preparato la sfida contro il Sud Africa nei minimi dettagli. Dovremo cercare di concedere meno ripartenze a loro perché sono molto veloci. Quando hai pochi giorni non è semplice. Siamo tutte abituate perché giochiamo la Champions e abbiamo vissuto momenti importanti anche all'Europeo. Il calcio sta andando incontro a sempre più partite e quindi ci dovremo abituare a questo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...