Juve-Fiorentina 0-3: Pirlo crolla allo Stadium

Prima sconfitta per il tecnico bianconero in campionato e prima vittoria di Prandelli. Per i viola gol di Vlahovic, autorete di Alex Sandro e acuto di Caceres. Espulso Cuadrado

Juve-Fiorentina 0-3: Pirlo crolla allo Stadium

TORINO - Prima sconfitta in campionato per la Juventus di Andrea Pirlo e prima vittoria per la Fiorentina di Cesare Prandelli: questa volta tocca al maestro battere l'allievo e accade in maniera fragorosa. Un 3-0 per i viola he fa il paio con il 3-0 che, nel pomeriggio, il Collegio di garanzia del Coni aveva tolto ai bianconeri ordinando che la partita con il Napoli, vinta a tavolino, debba essere giocata. Quando, ancora non si sa.

Debacle Juve con espulsione e autogol: la Fiorentina vince allo Stadium
Guarda la gallery
Debacle Juve con espulsione e autogol: la Fiorentina vince allo Stadium

Partita in salita

Una partita in cui la Juventus ha dovuto rivoluzionare la squadra all'ultimo, con Rabiot lasciato fuori squadra: in teoria aveva scontato la squalifica alla terza giornata, contro il Napoli. Il francese è stato tenuto fuori perché, con la sentenza ancora calda, non era chiaro quale partita avrebbe dovuto saltare e il club ha preferito cautelarsi. E una partita subito in salita, quando il lancio di Ribéry pesca in profondità Vlahovic tra De Ligt e Bonucci: per l'attaccante viola è quasi un gioco superare Szczesny con un colpo sotto il pallone. Sono passati appena 3' e la situazione si intrica ulteriormente quando Cuadrado viene espulso dopo intervento del Var per un intervento con piede a martello su Castrovilli. Con l'uomo in meno, tocca a Ramsey (in campo per Rabiot) uscire: dentro Danilo. L'uomo in meno manda in ulteriore confusione i bianconeri, ci vuole un monumentale Szczesny a negare il raddoppio a Castrovilli. Castrovilli che rischia un rigore con un'entrata su Ronaldo: La Penna fa continuare.

Nedved furioso con l'arbitro: lascia lo stadio durante Juve-Fiorentina
Guarda la gallery
Nedved furioso con l'arbitro: lascia lo stadio durante Juve-Fiorentina

Il crollo

Nella ripresa Pirlo toglie Morata per inserire Bernardeschi e lasciare Ronaldo in attacco da solo. Il portoghese segna anche di testa, ma è in fuorigioco. Più convincente la conclusione successiva di Chiesa, al 26' su cui è bravo Dragowski a deviare in angolo. Cinque minuti dopo la serata storta è completata da un intevento a vuoto di Bonucci, su cross di Biraghi, che inganna Alex Sandro per l'autogol del 2-0. Subito dopo La Penna ignora una trattenuta di Dragowski in area a danno di Bernardeschi. Il finale è ancora viola con l'ex Caceres pronto a mettere in rete, anticipando Alex Sandro, di nuovo su invito di Biraghi e a rendere un incubo l'ultima partita del 2020 della Juventus, che rischia di vedere le milanesi scappare lontano in classifica.

Classifica serie A

 

Juve, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...