“Sarò più forte di Gilardino”: l’ex Juve lanciato da Conte finito in Indonesia

Un futuro che sembrava radioso, un percorso in cui sembrava destinato a vestire il bianconero, poi il giro per il mondo
“Sarò più forte di Gilardino”: l’ex Juve lanciato da Conte finito in Indonesia

Un futuro che sembrava dover portare a lidi prestigiosi e obiettivi ambiziosi e le strade che invece lo hanno condotto in Indonesia. Dal bianconero della Juventus e da un paragone prestigioso, è arrivato fino al Persib, debuttando proprio nelle scorse ore con la sua nuova squadra. In mezzo un continuo girovagare, che lo hanno portato per tutto il mondo: si tratta di Stefano Beltrame.

Beltrame e la Juventus

Classe 1993, seconda punta dotata di grande tecnica abbinata ad una buona accelerazione, diventato poi mezzala col passare degli anni. I primi passi nel settore giovanile del Novara, nel 2011 il passaggio alla Juventus: cresce nella Primavera di Marco Baroni, con compagni di squadra non proprio sconosciuti. Ad allenarsi quotidianamente con Beltrame c'erano, tra gli altri, Spinazzola, Rugani e Mattiello. Al primo anno diventa già un eroe tra i pari età bianconeri: è con un suo gol nella finale del 2012 contro la Roma che la Juventus Primavera riesce a portare a casa il Torneo di Viareggio. Altro anno, altro successo: nel 2012/13 la vittoria della Coppa Italia Primavera. Un percorso che porta addirittura al debutto in prima squadra: il 26 gennaio del 2013, l'allora tecnico bianconero Antonio Conte lo lancia nella mischia nei minuti finali del match col Genoa, terminato 1-1. Riuscì così a convincere Conte, uno non semplice con cui convivere, come testimoniato da un altro ex bianconero nelle scorse ore. Una presenza, quella contro i grifoni, che gli consentirà di poter annoverare anche la vittoria di quello Scudetto nel suo Palmares. Beltrame sembrava destinato a grandi cose. "Diventerò più forte di Gilardino, che è l'esempio fin da quando sono bambino", aveva dichiarato dopo il gol vittoria al Viareggio. E poi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Beltrame, dalla Juventus alla Juventus

Nella stagione 2013/14, dopo aver debuttato con la prima squadra, il club bianconero decide di girarlo in prestito per farlo crescere. La prima tappa al Bari, in Serie B, dove segna il primo gol tra i professionisti. Nel contesto biancorosso non riesce però ad emergere, e partirà nuovamente in prestito al Modena. In gialloblù le cose non vanno bene, ma nemmeno ai successivi prestiti a Pro Vercelli e Pordenone riuscirà ad imporsi. Nel 2016 arriva la parentesi olandese: prima al Den Bosch, militante nella seconda serie, poi al Go Ahead Eagles e di nuovo al Den Bosch. Fu proprio nella seconda esperienza con i biancoblù dove troverà maggior fortuna, arrivando a segnare 14 gol in 36 apparizioni in campionato. Nel 2019/20 ritorna alla Juventus, stavolta per restarci: nata l'Under 23 del club, in Serie C, resterà lì per sei mesi. L'esperienza non inizia al meglio: in avvio di campionato deve fermarsi a causa dell'insorgere di un'aritmia cardiaca. Tornerà a giocare circa un mese dopo, a seguito di un intervento correttivo. E nel 30 ottobre del 2019 troverà la siua unica rete in bianconero da professionista, segnando il gol decisivo contro la sua ex Pro Vercelli.

Gli ultimi anni

Nel gennaio del 2020 arriva la cessione a titolo definitivo: Beltrame andrà al Cska Sofia, dove resterà per un anno senza regalare grandi emozioni. Nel dicembre del 2021, infatti, verrà risolto il contratto. In seguito l'esperienza al Maritimo, dal 2021 al 2023: 45 presenze, 2 gol e un addio alla scadenza del contratto che coinciderà con la retrocessione del club in Segunda Liga. Dopo una parentesi da svincolato, lo scorso novembre si è accasato ufficialmente al Persib, massima serie del campionato indonesiano, dove occupa attualmente la seconda posizione in classifica. Debutto già avvenuto, da subentrante, contro il PSM, con tanto di post su Instagram: "Sono felice per il mio debutto con questo fantastico club..! Continuare a lavorare e iniziare a pensare alla prossima partita!", queste le sue parole dopo lo 0-0 di lunedì col PSM. Prossimo appuntamento per Beltrame domenica contro il Persik Kediri. Il gol vittoria al Viareggio, l'esempio Gilardino, il debutto con Conte, poi l'Olanda, la Bulgaria, il Portogallo e infine l'Indonesia: la storia di Stefano Beltrame, il girovago con il bianconero dentro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un futuro che sembrava dover portare a lidi prestigiosi e obiettivi ambiziosi e le strade che invece lo hanno condotto in Indonesia. Dal bianconero della Juventus e da un paragone prestigioso, è arrivato fino al Persib, debuttando proprio nelle scorse ore con la sua nuova squadra. In mezzo un continuo girovagare, che lo hanno portato per tutto il mondo: si tratta di Stefano Beltrame.

Beltrame e la Juventus

Classe 1993, seconda punta dotata di grande tecnica abbinata ad una buona accelerazione, diventato poi mezzala col passare degli anni. I primi passi nel settore giovanile del Novara, nel 2011 il passaggio alla Juventus: cresce nella Primavera di Marco Baroni, con compagni di squadra non proprio sconosciuti. Ad allenarsi quotidianamente con Beltrame c'erano, tra gli altri, Spinazzola, Rugani e Mattiello. Al primo anno diventa già un eroe tra i pari età bianconeri: è con un suo gol nella finale del 2012 contro la Roma che la Juventus Primavera riesce a portare a casa il Torneo di Viareggio. Altro anno, altro successo: nel 2012/13 la vittoria della Coppa Italia Primavera. Un percorso che porta addirittura al debutto in prima squadra: il 26 gennaio del 2013, l'allora tecnico bianconero Antonio Conte lo lancia nella mischia nei minuti finali del match col Genoa, terminato 1-1. Riuscì così a convincere Conte, uno non semplice con cui convivere, come testimoniato da un altro ex bianconero nelle scorse ore. Una presenza, quella contro i grifoni, che gli consentirà di poter annoverare anche la vittoria di quello Scudetto nel suo Palmares. Beltrame sembrava destinato a grandi cose. "Diventerò più forte di Gilardino, che è l'esempio fin da quando sono bambino", aveva dichiarato dopo il gol vittoria al Viareggio. E poi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
“Sarò più forte di Gilardino”: l’ex Juve lanciato da Conte finito in Indonesia
2
Beltrame, dalla Juventus alla Juventus

Juve, i migliori video