Toro, Zapata cerca la scossa contro la 'sua' Atalanta

Malgrado il caso Buongiorno, alla fine Cairo acquistò il colombiano: tante speranze, ma per ora solo un gol. Contro la Dea però Duvan ha già segnato...
Toro, Zapata cerca la scossa contro la 'sua' Atalanta© Marco Canoniero

TORINO - Cinque stagioni (più due partite all’inizio di questo campionato), 191 presenze e 82 gol: sono questi i numeri di Duvan Zapata all’Atalanta. Cifre che raccontano quanto sia stato importante in questi anni in cui la società nerazzurra si è staccata l’etichetta di “provinciale” entrando di diritto a far parte delle “grandi” della Serie A. La storia d’amore tra il centravanti colombiano e la squadra bergamasca si è interrotta la scorsa estate, proprio negli ultimi giorni della sessione di calciomercato, quando il Torino è piombato, un po’ inaspettatamente, sul giocatore. Forse non se lo immaginava neppure lo stesso attaccante che il suo futuro sarebbe potuto essere lontano da Bergamo, tanto che durante la conferenza stampa di presentazione aveva lanciato qualche frecciatina: "L'Atalanta fa parte del passato, ora voglio pensare al presente e scrivere la mia storia qua. Ho scelto il Torino perché mi hanno fatto sentire subito importante, mentre dove ero prima forse non lo ero più". Lunedì sera per la prima volta Zapata affronterà da ex quell’Atalanta che ha contributo a portare in alto sia in Italia, sia in Europa, e lo farà in un momento non semplice, visto che non trova la rete da oltre due mesi, da quel colpo di testa contro la Roma che valse l’1-1 il 24 settembre. Quello è stato in realtà il suo secondo gol in campionato, perché il primo lo aveva messo a segno proprio nell’ultima partita giocata con la maglia nerazzurra, nell’amara trasferta in casa del Frosinone di fine agosto (i laziali vinsero 2-1).

Zapata, numeri che danno fiducia

Non sarà però la prima volta che Zapata giocherà contro l’Atalanta, dato che lo aveva già fatto in passato prima di trasferirsi alla corte di Gian Piero Gasperini. E a proposito delle prestazioni del colombiano contro la formazione bergamasca, c’è un dato sicuramente incoraggiante per il Torino in vista della partita di lunedì: all’Atalanta il colombiano ha segnato con tutte le maglie delle squadre con cui l’ha affrontata, prima da giocatore del Napoli, poi da centravanti dell’Udinese e infine della Sampdoria. In totale, dal 2013 al 2018, Zapata ha realizzato 5 gol in 9 partite di campionato contro quella che sarebbe poi diventata la sua squadra. Ora un altro gol lo aspettano i tifosi granata, ma lo aspetta anche Juric, tecnico che gli ha immediatamente dato fiducia e che, non appena l’attaccante si era presentato al Filadelfia, gli aveva chiesto di essere un trascinatore del Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zapata, bene ma serve di più

Zapata ha fornito finora diverse buone prestazioni, anche se è reduce da una serata no a Bologna, ma da un calciatore come lui si aspettano pure i gol, quelli che per 82 volte hanno fatto esultare i tifosi nerazzurri, alcune delle quali anche contro i granata, come era successo nello scorso campionato: dribbling a Schuurs e conclusione a battere Milinkovic-Savic. Se lunedì si dovesse ripetere, quello stadio che qualche mese fa ammutolì ora sarebbe ben felice di gridare il suo nome.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TORINO - Cinque stagioni (più due partite all’inizio di questo campionato), 191 presenze e 82 gol: sono questi i numeri di Duvan Zapata all’Atalanta. Cifre che raccontano quanto sia stato importante in questi anni in cui la società nerazzurra si è staccata l’etichetta di “provinciale” entrando di diritto a far parte delle “grandi” della Serie A. La storia d’amore tra il centravanti colombiano e la squadra bergamasca si è interrotta la scorsa estate, proprio negli ultimi giorni della sessione di calciomercato, quando il Torino è piombato, un po’ inaspettatamente, sul giocatore. Forse non se lo immaginava neppure lo stesso attaccante che il suo futuro sarebbe potuto essere lontano da Bergamo, tanto che durante la conferenza stampa di presentazione aveva lanciato qualche frecciatina: "L'Atalanta fa parte del passato, ora voglio pensare al presente e scrivere la mia storia qua. Ho scelto il Torino perché mi hanno fatto sentire subito importante, mentre dove ero prima forse non lo ero più". Lunedì sera per la prima volta Zapata affronterà da ex quell’Atalanta che ha contributo a portare in alto sia in Italia, sia in Europa, e lo farà in un momento non semplice, visto che non trova la rete da oltre due mesi, da quel colpo di testa contro la Roma che valse l’1-1 il 24 settembre. Quello è stato in realtà il suo secondo gol in campionato, perché il primo lo aveva messo a segno proprio nell’ultima partita giocata con la maglia nerazzurra, nell’amara trasferta in casa del Frosinone di fine agosto (i laziali vinsero 2-1).

Zapata, numeri che danno fiducia

Non sarà però la prima volta che Zapata giocherà contro l’Atalanta, dato che lo aveva già fatto in passato prima di trasferirsi alla corte di Gian Piero Gasperini. E a proposito delle prestazioni del colombiano contro la formazione bergamasca, c’è un dato sicuramente incoraggiante per il Torino in vista della partita di lunedì: all’Atalanta il colombiano ha segnato con tutte le maglie delle squadre con cui l’ha affrontata, prima da giocatore del Napoli, poi da centravanti dell’Udinese e infine della Sampdoria. In totale, dal 2013 al 2018, Zapata ha realizzato 5 gol in 9 partite di campionato contro quella che sarebbe poi diventata la sua squadra. Ora un altro gol lo aspettano i tifosi granata, ma lo aspetta anche Juric, tecnico che gli ha immediatamente dato fiducia e che, non appena l’attaccante si era presentato al Filadelfia, gli aveva chiesto di essere un trascinatore del Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Toro, Zapata cerca la scossa contro la 'sua' Atalanta
2
Zapata, bene ma serve di più