La nuova norma Figc anti Superlega? Fake news. La sentenza vince su tutto

La Federazione non ha sfidato (e non potrebbe farlo) la CGUE. E intanto il progetto, forte di 15 miliardi di euro per i primi 3 anni, continua a mettere le basi per passare all'azione

No, la Figc non ha sfidato la Corte di Giustizia Europea introducendo una nuova norma che impone ai club di rinunciare a partecipare a qualsiasi altra competizione non organizzata da loro o dall’Uefa o dalla Fifa, pena l’esclusione da ogni campionato. Era una notizia falsa quella circolata ieri. La Figc non ha introdotto la nuova norma, semplicemente perché la norma c’è già, è quella introdotta nel 2021 e dice esattamente quello che avrebbe detto la “nuova” norma di cui parlavano le fake news di ieri.

In questi concitati giorni che seguono la sentenza della Corte di Giustizia Europea succede un po’ di tutto, anche perché si respira un certo nervosismo tra le istituzioni calcistiche europee, dall’Uefa alle federazioni nazionali che hanno sentito la scossa della sentenza e stanno calcolando i potenziali danni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

No al monopolio: la sentenza della Corte di Giustizia Europea

La lettera dell’Uefa alla Corte di Giustizia Europea per chiedere di "correggere il comunicato" è emblematica di un certo batticuore di Nyon. Anche perché il problema non è e non sarà mai il comunicato stampa, ma la sentenza della Corte, chiara e, purtroppo per l’Uefa, piuttosto netta nel definire abuso di posizione dominante la struttura di governo del calcio europeo. Ed è questo il punto fondamentale per comprendere la situazione: la sentenza non si occupa della Superlega, lo dice esplicitamente che non è suo compito giudicare la Superlega e le sue implicazioni.

Dice che l’Uefa così com’è fatta e così come si comporta è un monopolio in un settore dove deve esserci la libera concorrenza e che, quindi, se qualcuno organizza un torneo alternativo deve poterlo fare liberamente senza ostacoli da parte dell’Uefa (e delle Federazioni affiliate), perché qualsiasi sanzione sarebbe sproporzionata e ingiusta rispetto alle leggi dell’Unione e perché il diritto comunitario prevale su tutto (sì, anche sulle Noif della Figc...).

Sentenza Superlega, l'incredibile richiesta Uefa alla Corte: "Correggete!"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Superlega, il passo decisivo per partire

La Superlega, invece, non è detto che prevalga. Questo non significa la nascita della Superlega, perché la libera concorrenza è, per l’appunto, concorrenza: quindi se la Superlega non trova partecipanti non può nascere o comunque non può dare fastidio alla Champions, se è più allettante, invece, può nascere e, magari, marginalizzare la Champions. Dipende da quanto sono bravi ad allettare i club che dovrebbero partecipare.

In Spagna, dove batte il cuore della Superlega, dicono: partenza della Superlega nel settembre 2025 con 15 miliardi già pronti per i primi tre anni. Notizia tutto sommato corretta, perché effettivamente le banche americane hanno garantito 5 miliardi a stagione per i primi tre anni. Sulla partenza nel 2025 invece non ci sono ancora certezze: il piano iniziale era quello, ma non è detto che non si riesca ad anticipare a settembre 2024. Tutto dipenderà dal giro di consultazioni che partirà a gennaio alla ricerca di adesioni.

"Superlega, 15 miliardi ai club e la sorpresa per lo scacco matto all'Uefa"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

No, la Figc non ha sfidato la Corte di Giustizia Europea introducendo una nuova norma che impone ai club di rinunciare a partecipare a qualsiasi altra competizione non organizzata da loro o dall’Uefa o dalla Fifa, pena l’esclusione da ogni campionato. Era una notizia falsa quella circolata ieri. La Figc non ha introdotto la nuova norma, semplicemente perché la norma c’è già, è quella introdotta nel 2021 e dice esattamente quello che avrebbe detto la “nuova” norma di cui parlavano le fake news di ieri.

In questi concitati giorni che seguono la sentenza della Corte di Giustizia Europea succede un po’ di tutto, anche perché si respira un certo nervosismo tra le istituzioni calcistiche europee, dall’Uefa alle federazioni nazionali che hanno sentito la scossa della sentenza e stanno calcolando i potenziali danni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
La nuova norma Figc anti Superlega? Fake news. La sentenza vince su tutto
2
No al monopolio: la sentenza della Corte di Giustizia Europea
3
Superlega, il passo decisivo per partire