Sancho, la Juve chiede l’aiuto mercato. Ora spunta anche Bellingham!

I bianconeri valutano la fattibilità economica dell'operazione. L'affare è possibile a prezzo di saldo: possibile sostegno dei Red Devils per lo stipendio

TORINO - La Juve punta sul rosso. Rosso come il colore della maglia del Manchester United di Jadon Sancho, rosso come il colore dei capelli di Lewis Ferguson del Bologna. Uno inglese, l’altro scozzese, diversi per ruolo, caratteristiche, costi e per tanti altri motivi. Uniti dall’attenzione da parte del club bianconero in questa fase di valutazione sul mercato di gennaio: Massimiliano Allegri e la sua squadra hanno dimostrato di poter lottare alla pari con l’Inter per lo scudetto, tenendole testa pure nello scontro diretto, e dunque si sono “guadagnati” un rinforzo per poter puntare al titolo fino in fondo, pur senza sforare i tetti imposti dalla nuova gestione.

Sancho, qualità inglese per la Juventus

Il lavoro di Giuntoli e Manna prosegue, alla ricerca di un’opportunità che riesca a unire un po’ le esigenze di tutti: quella di Allegri di non sconvolgere gli equilibri di spogliatoio ritrovati in questa stagione e quella della dirigenza di non esagerare con i costi. L’unico dubbio che i bianconeri possono avere su Sancho è legato alla fattibilità economica dell’operazione: è su questo aspetto che la Juventus sta effettuando delle valutazioni. Ci sono stati dei contatti ed è più che probabile che ne siano previsti altri, a stretto giro di posta. A livello tecnico-tattico il giocatore interessa perché andrebbe a coprire quel ruolo lasciato libero (e mai realmente rimpiazzato) dalla partenza di Di Maria. Un elemento in grado di dare imprevedibilità all’attacco manca: o meglio, c’è solo Chiesa. E alle spalle dell’azzurro cresce il talento Yildiz.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Juve, l'interesse per Berardi

Però la Juventus non perde di vista elementi in grado di elevare la qualità della rosa nell’immediato: come l’inglese certo, ma anche come Berardi, che resta il preferito per caratteristiche (vede la porta e si inserirebbe con il giusto spirito nello spogliatoio) e per curriculum (non dovrebbe adattarsi a un campionato che non conosce). Tuttavia il Sassuolo non è intenzionato ad aprire la porta per gennaio e, in ogni caso, la richiesta economica è al momento ritenuta troppo alta per riaprire una trattativa per un calciatore di 30 anni, per quanto di alto profilo. Per Sancho il discorso è diverso: la Juventus aspetta una mossa del Manchester United per il via libera a un prestito, con anche un “aiuto” per il pagamento del sontuoso stipendio dell’esterno offensivo inglese. Sancho potrebbe anche trovare altre strade: una porta a Londra, al Tottenham, un’altra invece sarebbe un ritorno al Borussia Dortmund, naturalmente in prestito.

Iling, Partey, Phillips: entrate e uscite

La missione londinese di Giuntoli e Manna, dunque, potrebbe essere ripetuta perché tanti sono gli affari possibili, in entrata e in uscita. Potrebbe andare in Premier l’esterno bianconero Iling Jr, che è corteggiato dal Tottenham, ma che potrebbe far gola anche ad altri club (è Nazionale inglese Under 21). Si torna, in entrata, a parlare di Thomas Partey, che può lasciare l’Arsenal a gennaio, ma che appunto ha mercato in patria, come del resto Phillips del Manchester City (nel mirino del Newcastle). E se il Golden Boy 2023 Jude Bellingham, come ha raccontato in esclusiva a Tuttosport l’ex responsabile degli osservatori Tognozzi, era stato a un passo dalla Juve nel 2020, ora in Inghilterra rilanciano la voce di un interesse bianconero per il fratello, di Bellingham, Jobe, classe 2005, del Sunderland.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TORINO - La Juve punta sul rosso. Rosso come il colore della maglia del Manchester United di Jadon Sancho, rosso come il colore dei capelli di Lewis Ferguson del Bologna. Uno inglese, l’altro scozzese, diversi per ruolo, caratteristiche, costi e per tanti altri motivi. Uniti dall’attenzione da parte del club bianconero in questa fase di valutazione sul mercato di gennaio: Massimiliano Allegri e la sua squadra hanno dimostrato di poter lottare alla pari con l’Inter per lo scudetto, tenendole testa pure nello scontro diretto, e dunque si sono “guadagnati” un rinforzo per poter puntare al titolo fino in fondo, pur senza sforare i tetti imposti dalla nuova gestione.

Sancho, qualità inglese per la Juventus

Il lavoro di Giuntoli e Manna prosegue, alla ricerca di un’opportunità che riesca a unire un po’ le esigenze di tutti: quella di Allegri di non sconvolgere gli equilibri di spogliatoio ritrovati in questa stagione e quella della dirigenza di non esagerare con i costi. L’unico dubbio che i bianconeri possono avere su Sancho è legato alla fattibilità economica dell’operazione: è su questo aspetto che la Juventus sta effettuando delle valutazioni. Ci sono stati dei contatti ed è più che probabile che ne siano previsti altri, a stretto giro di posta. A livello tecnico-tattico il giocatore interessa perché andrebbe a coprire quel ruolo lasciato libero (e mai realmente rimpiazzato) dalla partenza di Di Maria. Un elemento in grado di dare imprevedibilità all’attacco manca: o meglio, c’è solo Chiesa. E alle spalle dell’azzurro cresce il talento Yildiz.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Loading...
1
Sancho, la Juve chiede l’aiuto mercato. Ora spunta anche Bellingham!
2
Juve, l'interesse per Berardi