Belotti risponde a De Ligt: il derby finisce 1-1

Vantaggio per la Juventus, quindi risposta di un ottimo Torino. Allegri fa la conta in chiave Villarreal: Rugani si fa male nel riscaldamento, Pellegrini esce dopo l'intervallo e allarme Dybala, che chiede il cambio nella ripresa
Belotti risponde a De Ligt: il derby finisce 1-1© caprese

TORINO – Il derby si chiude in parità, un tempo e un gol per uno: il primo per la Juventus, il secondo per il Torino (che complessivamente appare più in palla). Il risultato rallenta la corsa bianconera verso la zona Champions, mentre rialza il morale dei granata, autori di un'ottima prestazione che interrompe la serie negativa dopo le sconfitte con Udinese e Venezia. Nella Juventus appare sottotono Vlahovic, annullato da Bremer: ci pensa De Ligt a segnare la rete del vantaggio. Il Torino ritrova invece il gol di Belotti, che si riprende quanto gli aveva tolto il Var contro il Venezia. Preoccupazioni per Allegri in chiave Champions, martedì contro in casa del Villarreal: Dybala chiede il cambio dopo 8' del secondo tempo, mentre Rugani si era già fermato nel riscaldamento e il suo sostituto Pellegrini ha alzato bandiera bianca all'intervallo.

Belotti risponde a De Ligt: Juve e Torino si 'dividono' il derby
Guarda la gallery
Belotti risponde a De Ligt: Juve e Torino si 'dividono' il derby

De Ligt, Juve avanti

Nel riscaldamento Rugani si blocca e Allegri, in mancanza di centrali (Chiellini e Bonucci infortunati, Danilo squalificato), sposta Alex Sandro in mezzo, schierando Pellegrini a sinistra. L'assetto rivisitato regala qualche scompenso ai bianconeri, che patiscono la partenza veloce del Torino, che sfonda soprattutto sulla propria sinistra, sempre con Brekalo: prima Mandragora conclude addosso a Szczesny, quindi il portiere polacco tocca di quel tanto con il piede per mandare fuori giri Belotti. Dopo una decina di minuti, la Juventus mette la testa nella metà campo avversario. Un contropiede si chiude con sinistro di Rabiot poco out quindi, al 13', il vantaggio: su angolo di Cuadrado svetta De Ligt e supera Milinkovic-Savic, incerto sulla copertura del palo. Un primo tempo che non offre oltre brividi, eccetto una parata estemporanea di pugno del portiere granata su sinistro di Dybala.

Juventus-Torino arriva il pullman della Juve fra fumogeni e cori
Guarda il video
Juventus-Torino arriva il pullman della Juve fra fumogeni e cori

Juve-Toro, la reazione

Juventus che perde altri pezzi nel secondo tempo. Va subito fuori Pellegrini (dentro De Sciglio) per un guaio al ginocchio e quindi, all'8', saluta Dybala, che chiede il cambio dopo un tentativo al tiro. Il Torino prende coraggio, raggiungendo il pari al 17'. Ancora Brekalo sfonda a sinistra, prendendo il tempo a Caudrado con l'aiuto di Vojvoda: palla al centro per la girata volante di Belotti (non segnava dal 30 ottobre contro la Sampdoria), che punisce un colpo a testa a vuoto di Alex Sandro. Granata che sfiorano il 2-1 con un sinistro di Mandragora, deviato in angolo, prima dei cambi di Allegri e Juric: fuori Vlahovic (annullato dal solito Bremer) e Locatelli, dentro Kean e Arthur, mentre tra i granata escono Brekalo per Pjaca e Belotti per Sanabria. Nel finale Bremer si arrende per una botta incassata da Morata (entra Buongiorno), ma le squadre appaiono sfilacciate da diversi minuti. La logica conseguenza è un risultato che non muta fino al fischio conclusivo di Massa.

Juventus-Torino, tabellino e statistiche

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...